ScuolAnticoli

Libera Scuola di Umanità diretta da Luigi Scialanca

 

Nove ministri dell’Istruzione

lacchè delle tirannie finanziarie globali dal 1996 al 2016

Vent’anni di Distruzione

dei Diritti, delle Speranze e del Futuro dei Bambini e dei Ragazzi italiani

 

Home     Giuseppe "Beppe" Fioroni     Mariastella Gelmini     Francesco Profumo

 

ScuolAnticoli dedica questa immagine del Memorial ai Bambini di Lidice alla finta sinistra, alla destra e alla distruzione della Scuola che esse hanno causato, proseguono e intensificano con rara protervia contro i Bambini e i Ragazzi italiani. Contro il loro futuro. Contro le loro vite.

ScuolAnticoli dedica questa immagine del Memorial ai Bambini di Lidice alla finta sinistra, alla destra e alla distruzione della Scuola

che esse hanno causato, proseguono e intensificano con rara protervia contro i Bambini e i Ragazzi italiani. Contro il loro futuro. Contro le loro vite.

*

1996 - 2001: Luigi Berlinguer e Tullio De Mauro, ministri di finta sinistra

Su ScuolAnticoli non c’è niente su Berlinguer, De Mauro e Moratti, poiché questa Libera Scuola di Umanità è nata nel 2006.

Ma è certo: come la Distruzione dello Stato e dei Diritti umani, e la loro sostituzione con l’antiStato antiUmano

della diseguaglianza e dei privilegi, sono iniziate con i governi di finta sinistra degli anni 1996-2001,

così la Distruzione della Scuola e la Guerra (fredda?) contro i Bambini e i Ragazzi italiani

sono cominciate con i ministri di finta sinistra. Che la destra, da Moratti in poi, ha solo imitato.

*

2001 - 2006: Letizia Moratti, ministro di destra

*

2006 - 2008: Giuseppe “Beppe” Fioroni, ministro di finta sinistra

Ovviamente, non c’è niente da ridere nella Distruzione della Scuola e nella Guerra (fredda?)

contro i Bambini e i Ragazzi italiani capitanata da questi individui. ScuolAnticoli non può che scusarsi, dunque,

per aver talvolta cercato di ridere di loro, non per fatuità, ma per dar tregua al pianto.

Clicca qui per vedere tutti i post di ScuolAnticoli su Giuseppe “Beppe” Fioroni!

*

2008 - 2011: Mariastella Gelmini, ministro di destra

Le mille facce del ministro Mariastella Gelmini.

Clicca qui per vedere tutti i post di ScuolAnticoli su Mariastella Gelmini!

*

2011 - 2013: Francesco Profumo, ministro montista di finta sinistra e di destra

Francesco Saturno Profumo mentre divora i nostri figli

Clicca qui per vedere tutti i post di ScuolAnticoli su Francesco Profumo!

*

2013 - 2014: Maria Chiara Carrozza, ministro lettista di finta sinistra e di destra

Letta e Carrozza distruttori della Scuola e dell'Università italiana. Più di Profumo, di Gelmini, di Fioroni e di Moratti? Più e peggio. (Martedì 18 novembre 2013. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

*

2014-2016: Stefania Giannini, ministro renzista di destra e di finta sinistra

Andiamo avanti, ma da una parte abbiamo una maggioranza di docenti abulica e dallaltra una minoranza aggressiva

che strilla (dallintervista della Giannini al sito de la Repubblica). Per costei, dunque, gli insegnanti italiani si dividono

in abulici e in squadristi. Continua cioè a insultare, ad additare al pubblico disprezzo. Spero (anzi: son certo) che le famiglie

e gli studenti italiani, di gran lunga migliori di lei e di tutti i piddino-renzisti, non si lasceranno ingannare

dalla campagna denigratoria della ministra e dellintero governo. Ma nessuno la denuncia per calunnia?

O si aspetta che qualche malato di mente, comè successo al Tribunale di Milano, così sobillato decida di fare giustizia”?

(Inoltre, a proposito di squadrismo e squadristi, è ora di dire ― pur non pretendendo che Giannini sia in grado di capirlo ―

che i mezzi del fascismo, benché devastanti allepoca, erano niente a paragone dei mezzi finanziari, mediatici e tecnologici

del renzismo e dei suoi mandanti internazionali; è ora di dire che la violenza subdola e perseverante,

che può permettersi di essere soft perché può concedersi decenni, avrà alla lunga effetti forsanche più mostruosi

di quelli di allora; è ora di dire che tra il nazifascismo e i regimetti-fantoccio al soldo delle tirannie finanziarie,

sarà la Storia, misurate le conseguenze, a stabilire se vi sia o meno una differenza e a vantaggio di chi;

è ora di dire che la definizione del termine regime varia con le epoche,

e che in ogni caso non la stabiliscono i linguisti, ma lesasperazione di chi lo subisce).

(Domenica 26 aprile 2015)

 

*

 

Qualche altra “chicca” dell’intervista di Stefania Giannini, successore di Benedetto Croce sulla poltrona di ministro

della Pubblica Istruzione, a il Fatto di martedì 9 settembre 2014? Eccole: Magari posso piacere, posso affascinare.

Credo di essere gradevole. [...] Io sono sempre me stessa, anche se mi stendo a prendere il sole.

Il paparazzo ha rubato un pezzo di me, s’è intrufolato in casa mia, perché il mio corpo è la mia casa:

ne tengo cura, la miglioro, la capisco. [...] Io resto una ragazza di campagna.

E così via, ma è meglio che vi risparmi le parti più paurose, cioè quelle più “serie”.

Mentre i bambini e i ragazzi italiani soffrono, e gli insegnanti con loro, in una Scuola derubata e umiliata

(e tra poco definitivamente distrutta da una “riforma” il cui unico, vero obiettivo, incostituzionale,

è quello di privare i docenti della libertà d’insegnamento), la signora ministro

discetta sulla propria avvenenza e sulle cure che prodiga al proprio corpo.

Meschino, insensato disprezzo per tutti gli Italiani, oltre che per i bambini e i ragazzi e i loro insegnanti?

No: il vero disprezzo non è della Giannini, ma di chi l’ha messa dove sta.

Non era mica il povero cavallo di Caligola che disprezzava il Senato di Roma: era Caligola.

(Martedì 9 settembre 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

La “buona Scuola” di Matteo Renzi

L’unica buona Scuola di Matteo Renzi, del Pd democristiano e dei berluscisti è la Scuola morta, lo sappiamo da anni

e ne abbiamo oggi l’ennesima conferma. Clicca qui per scaricare il mellifluo depliant pubblicitario di regime

dell’ennesima finta riforma per derubare i bambini e i ragazzi italiani

e per consegnarli a una casta di “caporali(alias i dirigenti scolastici e i loro “cocchetti”)

e a insegnanti ridotti in schiavitù (tre anni di lavori forzati extra-contratto gratuiti, poi si vedrà)

col ricatto del trasferimento forzato. E privati di ogni potere con il golpe scolastico della riduzione del Collegio docenti

a consiglio dei docenti, cioè a organo solo consultivo.

(Golpe che fa il paio, del resto, col colpo di Stato della riduzione del Parlamento a megafono del cosiddetto premier).

(Mercoledì 3 settembre 2014)

 

*

 

(Lunedì 25 agosto 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

(Lunedì 25 agosto 2014)

*

dal 2016: Valeria Fedeli, ministro renzista-gentiloniano

di destra e di finta sinistra

Intendiamoci, che il neoministro della Pubblica Istruzione, Valeria Fedeli,

voglia introdurre la teoria gender nella Scuola m’interessa meno di niente:

finché la Costituzione sancisce la libertà d’insegnamento,

io la eserciterò checche lei voglia o non voglia.

Mi lascia allibito, invece, che non sia laureata, ma... in fondo non troppo:

visto il livello intellettuale e culturale della nostra classe politica,

è possibile che il suo diploma sia il massimo che potevamo aspettarci.
(Nell’immagine, l’imperatore romano Caligola cena col cavallo che nominò senatore).

(Mercoledì 14 dicembre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

*

*

(Lunedì 4 maggio 2015)

*

La Scuola è sotto attacco in tutto il mondo...

...e i governi, servi dell’anti-Stato criminal-finanziario globale, continuano in tutto il mondo a insultarla,

a sfigurarla, a disumanizzarla, a impoverirla. Poiché essi condividono con la superstizione religiosa,

col fanatismo e con la pazzia l’odio per chi, nella Scuola, insieme agli insegnanti e ai compagni,

soddisfa l’umano desiderio di cercare, di sapere, di capire, di realizzarsi.

Di esser libero con gli altri, e agli altri eguale.

(Diagramma tratto da Internazionale n° 1097 del 10 aprile 2015).

(Domenica 12 aprile 2015)

*

0 - 2017: il principale Nemico

"La Chiesa cattolica ha violato la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia. Non ha sollevato dagli incarichi né consegnato alla polizia tutti i colpevoli di abusi sessuali su minori. Non ha preso le misure necessarie per proteggere i bambini, ha lasciato impuniti i preti responsabili di abusi su minori e li ha coperti spostandoli da una parrocchia all'altra" (dal rapporto conclusivo della Commissione dell'Onu sui diritti dei minori). "La Chiesa cattolica è una tirannia privata dedita alla disumanizzazione della specie attraverso la distruzione dei bambini". (Giovedì 6 febbraio 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

*

 

*

Torna in cima alla pagina     Home