ScuolAnticoli

Libera Scuola di Umanità, senza fedi né credi,

ispirata alle scoperte di Massimo Fagioli e alla Costituzione.

Diretta da Luigi Scialanca - Anticoli Corrado (Roma).

Pensiero del Giorno.

Pensiero del Giorno n° 968

Pensieri precedenti

Più la Scienza dipenderà da finanziamenti privati,

più i ricercatori, come gli artisti nell’Età feudale,

saranno di due tipi: i veri, e i buffoni di corte.

*

Clicca qui per leggerlo in .pdf o qui per leggerlo in .doc.

 

Leggendo, su le Scienze di maggio, un articolo sul cosiddetto “Uomo” di Naledi (Misterioso e umano, di Kate Wong, senior editor di Scientific American), non ho potuto non pensare a una celebre pagina de Il Circolo Pickwick (1836-1837), capolavoro umoristico di Charles Dickens (1812-1870). E ora vi spiegherò perché.

Sulle numerosissime ossa di “Homo” Naledi trovate in una grotta sotterranea poco lontana da Johannesburg, in Sudafrica, Kate Wong ci rivela che la loro età è sconosciuta, potrebbero esser vecchie di oltre 4 milioni di anni o averne meno di 100.000. E questo perché, nella grotta, in prossimità dei reperti “umani”, non vi sono resti di animali che sappiamo essere vissuti in un intervallo di tempo certo e, per colmo di sfortuna, le concrezioni calcaree circostanti sono contaminate da argilla, che ne rende difficile la datazione.

Apprendiamo, poi, che il modo in cui i fossili sono stati dissotterrati, studiati e annunciati al mondo ha infastidito alcuni studiosi di punta del campo, che accusano i colleghi di aver lavorato in modo troppo affrettato e di aver dato più importanza alla pubblicità che alla scienza. Non solo: Lee Berger, lo scopritore di “Homo” Naledi, a quanto pare non è nuovo a essere guardato di traverso dagli altri accademici. Telegenico e buon oratore, è in contatto con National Geographic fin dagli inizi della carriera. Questa relazione gli ha assicurato fondi di ricerca, pubblicazioni e apparizioni televisive. Di fossili, però, (fino a “Homo” Naledi) ne trovava pochi, e i suoi articoli, sia quelli scientifici sia quelli rivolti al grande pubblico, sono stati accusati di mania di protagonismo e superficialità rispetto agli standard accademici da alcune delle figure più rispettate della paleoantropologia, come Tim White, dell’Università della California a Berkeley, e Bernard Wood, della George Washington University [...]: “Stiamo assistendo al collasso di certe parti della scienza verso l’industria dello spettacolo” ha scritto Tim White.

Ma ciò che più sconcerta sono i motivi per i quali il professor Berger si è detto propenso a ritenere umano il cosiddetto “Homo” Naledi: la camera sotterranea in cui sono stati trovati i resti è così difficile da raggiungere (gli addetti allo scavo hanno dovuto strisciare per decine di metri dentro pozzi quasi verticali larghi 20 centimetri e irti di spuntoni, ragion per cui nell’impresa si son potute impegnare solo ricercatrici dalla corporatura particolarmente esile) che la spiegazione più probabile di come sono arrivati laggiù, ha concluso il gruppo di Berger, è che “Homo” Naledi abbia lasciato intenzionalmente scivolare i corpi dei defunti nella camera. E che, pertanto, visto e considerato che per farlo deve aver avuto bisogno di un qualche tipo di illuminazione artificiale, “Homo” Naledi, col suo piccolo cervello, aveva un rituale per i morti e padroneggiava anche il fuoco!

A questo punto, come non vedere qualche analogia tra la scoperta di Lee Berger e quella di Samuel Pickwick?

Sì, racconta Charles Dickens, un bel giorno Mr Pickwick fece un'immortale scoperta, che è stata orgoglio e vanto dei suoi amici e ha costituito l’invidia di ogni archeologo di questo e di ogni altro paese. Erano già passati davanti alla porta della locanda ed erano andati un po’ più avanti, nell’interno del villaggio, non ricordandosi più della sua ubicazione precisa. Quando se ne accorsero e si voltarono, lo sguardo di Mr Pickwick cadde sopra una piccola pietra sbreccata, semisepolta nel terreno, davanti alla porta di una casetta.

[...] È facile immaginare la sorpresa del villaggio, quando Mr Pickwick (dopo che la piccola pietra fu dissotterrata con un sol colpo di vanga) a prezzo di grandi sforzi personali la portò con le proprie mani alla locanda, ed avendola accuratamente lavata la posò sulla tavola.

L’esultanza e la gioia dei Pickwickiani non ebbero più freno quando la loro pazienza e assiduità e tutto quel lavare e grattare furono coronati di successo. La pietra era scabra e scheggiata, e le lettere disordinate e irregolari, ma era possibile decifrare bene il seguente frammento di una scritta:

[...] Risulta, dunque, dagli Atti del Circolo Pickwick che Mr Pickwick fece la relazione della sua scoperta a un’Assemblea Generale del Circolo, convocata la sera dopo il suo ritorno, e si diffuse in una quantità di imgegnose ed erudite ipotesi sul significato dell’iscrizione. Risulta inoltre che un abile artista eseguì un fedele disegno del pezzo, che fu inciso su pietra e presentato alla Reale Società Archeologica e ad altre Assemblee di eruditi; che rivalità e gelosie innumerevoli nacquero dalle violente controversie sorte sull’argomento; e che lo stesso Mr Pickwick scrisse un opuscolo di novantasei pagine, stampate in minutissimi caratteri, che conteneva ventisette interpretazioni diverse dell’iscrizione. Che tre vecchi signori diseredarono i loro primogeniti perché avevano osato dubitare dell’antichità del frammento; e vi fu chi, per eccesso di passione, diseredò sé stesso della vita, disperato di non riuscire a capirne il significato. Risulta ancora che Mr Pickwick fu eletto membro onorario di diciassette Società nazionali e straniere, per aver fatto la scoperta; che nessuna di tutte e diciassette riuscì a capirne qualcosa; ma che tutte e diciassette concordarono nel definirla una scoperta straordinaria.

[...] Ma Mr Blotton, spinto dalla meschina ambizione di offuscare il lustro del nome immortale di Pickwick, partì subito per il luogo del ritrovamento, e al suo ritorno, in un discorso al Circolo, osservò sarcasticamente che aveva visto luomo da cui la pietra era stata comprata; e che questi, benché ritenesse che la pietra fosse antica, negava formalmente l’antichità dell’iscrizione poiché dichiarava di averla incisa rozzamente lui stesso nei momenti di noia, e che le lettere non volevano avere altro senso o costruzione che questo:

Bill Stumps, his mark (Bill Stumps, sua firma)

[...] Ma questo basso tentativo di calunniare Mr Pickwick ricadde sulla testa dell’offensore. Le diciassette società erudite definirono con voto unanime il presuntuso Blotton un intrigante, e immediatamente si misero a scrivere più opuscoli di prima. E a tutt’oggi la pietra è rimasta monumento indecifrabile della grandezza di Mr Pickwick, e perenne ricordo della meschinità dei suoi nemici.

(Charles Dickens, Il Circolo Picwick, Milano, Arnoldo Mondadori editore, 1971, pp 183 - 199).

Pensiero conclusivo. Quanto più la Scienza, sotto la dittatura delle tirannie finanziarie, dipenderà da finanziamenti privati, tanto più i ricercatori, come gli artisti dell’Età feudale, tenderanno a dividersi in due categorie: quelli veri, e i buffoni di corte.

Clicca qui per leggerlo in .pdf o qui per leggerlo in .doc.

(Mercoledì 4 maggio 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Lunedì 2 maggio 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

Ricordo della compagna Vittoria Nenni

(Ancona, 1915 - Auschwitz, 1943)

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     O qui per scaricarlo in .doc

 

Forse non tutti i giovani anticolani sanno chi fu Vittoria Nenni, e perché fu dedicata a lei la Sezione di Anticoli Corrado del Partito Socialista Italiano, la cui targa è ancora oggi visibile, in piazza delle Ville, accanto al bar di Santino. Per celebrarne e rinnovarne il ricordo, traggo dunque le notizie che seguono dal sito dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), dalla pagina dell’Anpi di Lissone e da uno scritto di Pierpaolo Nenni sul sito de l’Avanti.

 Vittoria Nenni era soprannominata Vivà.

Nata ad Ancona il 3 ottobre 1915, sposò giovanissima il cittadino francese Henry Daubeuf. Col marito, dopo l’invasione tedesca della Francia, Vittoria entrò nella Resistenza. Arrestati dalla Gestapo con l’accusa di aver stampato e diffuso manifestini antinazisti e di aver svolto, soprattutto negli ambienti universitari, “propaganda gollista antifrancese”, Henry venne fucilato l’11 agosto 1942 al Mont Valerien, nelle vicinanze di Parigi, e Vittoria fu deportata nel campo di sterminio di Auschwitz, dove morì.

Per commemorarla, nel 1988 il PSI le dedicò la tessera del partito, con un ritratto di Renato Guttuso.

Pietro Nenni parla di lei in diverse pagine dei suoi diari: “Il ben augurale nome non ha portato fortuna”.

“Pasqua! La passo coi miei. L’anno scorso ero a Regina Coeli, nel 1942 ero solo soletto al confino di Pierrefort. Ma sono oggi, più che allora, oppresso di tristezza. Mi rattrista il pensiero della mia Vivà, che passa nel campo di concentramento di Auschwitz la sua seconda Pasqua di internata...” (9 aprile 1944).

“Ho buone notizie di Vivà” (16 aprile 1944).

“Stasera è giunta da Parigi una lettera disperata di Vany che corre alla ricerca di notizie di sua sorella e si urta al muro di silenzio. Risulterebbe che Vivà non era più dal marzo a Ravensbruk ma al campo di sterminio di Mauthausen. Una notizia captata a Radio Parigi smentisce la voce che mia figlia sia morta e afferma che non si hanno di lei notizie. Attendiamo. Ma ho il cuore gonfio di malinconia” (7 maggio 1945)...

Clicca qui per continuare a leggere su ScuolAnticoli.

O qui per scaricare il pdf. O qui per scaricare il doc.

(Lunedì 18 aprile 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Interessanti articoli su Le Scienze di aprile

Su Le Scienze di aprile 2016, per una volta (e finalmente) non si parla di ciò che gli altri animali hanno in comune con noi (che siamo umani), ma di ciò in cui da noi differiscono. Non di quel che sanno fare anche loro, ma di quel che noi facciamo e loro no. In un lungo e interessante articolo, Gli animali sanno come nascono i bambini?, Holly Dunsworth, antropologa all’Università del Rhode Island, risponde e dimostra che no, non lo sanno, benché le apparenze sembrino talvolta suggerire il contrario. Ecco un breve estratto, riguardante la capacità di prevedere (io direi immaginare) gli effetti dei propri comportamenti: Gli animali possono mettere in atto ogni tipo di comportamenti all’apparenza complessi senza prevederne gli effetti. Sara Shettleworth, scienziata cognitiva dell’Università di Toronto, cita l’esempio di quei corvi che fanno cadere le noci su una superficie dura, spaccandole. Molti osservatori danno per scontato che i corvi mettano in atto tale comportamento in modo cosciente per avere del cibo. Ma un approccio più scientifico, nota Shettleworth, è partire dal presupposto di una causa “prossima”: lo stato fisiologico dell’uccello, la fame, è legato alla presenza di superfici dure. Quando un corvo vola su una superficie dura e lascia cadere le noci, a spingerlo è una fisiologia che incoraggia un comportamento alimentare condizionato sulla base dei successi precedenti, non un ragionamento del corvo su cosa sia meglio fare per placare la fame.

In un altro interessante articolo, Lo straordinario cervello dei bambini, di Takao K. Hensch, docente di neurologia alla Harvard Medical School e al Boston Children’s Hospital, e di biologia mollecolare e cellulare all’Harvard’s Center for Brain Science, trovo queste intriganti parole: Fotoni e onde sonore sono segnali per la macchina molecolare del cervello al fine di disporre, e poi selezionare, collegamenti tra le cellule cerebrali che dureranno fino all’età adulta e alla vecchiaia...

(Venerdì 8 aprile 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

La Vita di Pi spiegata (come so e come posso)

ai Tredicenni che mi aiutano a insegnare loro

(con tanti auguri a me, che dovrei “valutarli”, e ai Dirigenti e quant’altri che dovrebbero “valutare” me)

(Clicca sulle miniature per ingrandirle!)

Per motivi di privacy, i voti conseguiti dalle domande degli alunni e i loro nomi sono stati nascosti.

Vuoi vedere altre domande dei ragazzi sui film? Clicca qui!

(Lunedì 21 marzo 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Amanda Gefter, Due intrusi nel mondo di Einstein

Un padre, sua figlia, il significato del nulla e l’inizio di tutto

Clicca qui per leggerlo in .pdf o qui per leggerlo in .doc.

 

Due intrusi nel mondo di Einstein, di Amanda Gefter (Raffaello Cortina Editore, 2015, pp 493), è un libro interessantissimo: un immenso, suggestivo panorama della Fisica e della Cosmologia contemporanee, spiegate in maniera comprensibile anche a un profano (colto) ma senza eludere la complessità dell’argomento (chiarezza che la traduzione italiana conserva benché, a mio giudizio, non brilli per correttezza nella coniugazione dei verbi) e un’avvincente autobiografia, scientifica e allo stesso tempo esistenziale, della giovane autrice. Che si pone (e risponde, incontrando grandi scienziati, intervistandoli e riflettendo sulle loro teorie) domande di basilare importanza non “solo” per la conoscenza dell’Universo, ma anche per la comprensione di quel che significa essere umani.

Cos’è l’Universo? Cos’è il nulla? L’Universo è emerso dal nulla? L’Universo è nulla? L’Universo è infinito, è sempre esistito e sempre esisterà? Vi è, in esso, qualcosa di invariante, cioè che non dipenda da chi l’osserva? O esso dipende del tutto da chi (e come) lo guarda, cioè da noi? Siamo noi i creatori dell’Universo? Domande sulle quali, dalla prima all’ultima pagina, occhieggia (è proprio il caso di dirlo) lintrigante schema dell’Universo partecipativo di John Wheeler.

Intervistata nell’ottobre del 2014 dal sito Science Book a Day, Amanda Gefter ha risposto così alla domanda se stia lavorando a un nuovo libro: I’m really excited about the new book I’m working on. It’s still early in the process so I have to be a bit cagey. But when my father and I were reading Wheeler’s journals at the American Philosophical Society in Philadelphia, I came across the name of one of Wheeler’s students of whom I’d never heard. That was odd, considering Wheeler’s students all went on to become renowned physicists Richard Feynman, Hugh Everett, Kip Thorne, etc. So I started looking into it, and found a rather incredible story about this unknown guy who studied physics with Wheeler but went on to figure out some incredible things about how the mind works. And for me, personally, that’s the question that still keeps me up at night what is consciousness? And I think it’s ultimately a question of fundamental physics what kind of objective reality can support subjective experience? How does the reality wrought by our consciousness relate to the supposed reality “out there”? The new book will explore this strange tension between physics and philosophy of mind but again, these heavy ideas will be woven into a very human narrative.

Considerate attentamente queste parole: Strange tension between physics and philosophy of mind [...] woven into a very human narrative... Proprio questo mi ha colpito, leggendo Due intrusi nel mondo di Einstein: la Fisica e la Cosmologia contemporanee (molto più di ogni altra scienza, molto più avanti di ogni altra scienza, ivi comprese, e di gran lunga, le cosiddette neuroscienze) sono entrate in una strange tension con quel che sappiamo della mente umana. Tra non molto, nessuna scienza potrà più dirsi tale se non sarà anche scienza dell’essere umano. La Fisica (con la Cosmologia in qualche modo costretta, da un secolo, a seguirla) ormai sa di trovarsi a questo fondamentale hic Rhodus, hic salta da cui non si torna indietro. E non è certo un caso, io penso, che proprio da una giovane donna come Amanda Gefter le venga un impulso decisivo in questo senso.

Ha detto Carlo Rovelli, illustre fisico italiano e fra i primi al mondo: Ho amato questo libro dalla prima pagina. Dice l’essenziale, e l’essenziale qui è la passione per il fascino della Fisica. Un libro da bere d’un fiato. È quello che ho fatto io, ma... con tutto il rispetto per Carlo Rovelli, non userei il verbo bere: io, con l’autrice, ho “litigato” dall’inizio alla fine, e non sono d’accordo con le sue conclusioni! Eppure, se non l’avessi letto, non avrei conclusioni mie da contrapporre alle sue.

Sì, è in atto una strange [and wonderful] tension between physics and philosophy of mind!

Clicca qui per leggerlo in .pdf o qui per leggerlo in .doc.

(Domenica 31 gennaio 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Domenica 24 gennaio 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Venerdì 27 novembre 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Giovedì 19 novembre 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Lunedì 17 agosto 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

E se dal giorno in cui veniamo al mondo, anno dopo anno, con una serie di riti si tentasse di confondere, in ognuno di noi, l’esperienza umana della vita?

Se con un primo rito si cercasse di mistificare, nei nostri genitori e un domani in noi, il significato umano delle nostre nascite?

Se più in là, con un secondo rito, si tentasse dingannarci sul rapporto umano convincendoci che esso è sacrificio disumano di sé e dell’altro?

Se quindi, con un terzo rito, si cercasse di confonderci sullumana ricerca di ognuno di noi sulla propria storia riducendola a un’interminabile sequela di ammissioni e cancellazioni di colpe?

Se in seguito, con un quarto rito, si tentasse di cancellare, in ognuno di noi, il senso del fondamentale momento del passaggio dall’infanzia all’adolescenza, e con esso il rapporto umano della donna con l’uomo e dell’uomo con la donna?

Se poi, con un quinto rito, si cercasse di devastare, in ognuno di noi, lumanità dell’amore, con le sue gioie e le sue sofferenze, raggelandola in un dogmatico dovere verso la divinità?

E se infine, con un sesto rito, si tentasse di falsificare il significato umano della morte spacciandola per una nascita? E alterando, così, il senso dell’intera vita?

Sarebbe mostruoso, vero?

Ebbene, dipende solo da noi che così non sia. Da ognuno di noi.

(Domenica 17 maggio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Venerdì 20 marzo 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

Clicca qui per vedere tutti i post di aprile 2016

Clicca qui per vedere tutti i post di marzo 2016

Clicca qui per vedere tutti i post di febbraio 2016

Clicca qui per vedere tutti i post di gennaio 2016

Clicca qui per vedere tutti i post dal 2002 a oggi

 

 

Una domenica di primavera, verso la metà degli anni ’20

del Novecento, Ernest Hemingway, ventiseienne, scendeva verso

La Spezia con un amico. Avevano una vecchia Ford coupé. Tra le

montagne, mentre attraversavano a passo d’uomo la piazza di un

paese, un giovane con una valigia si staccò da una piccola folla,

venne verso l’automobile e chiese loro di portarlo alla Spezia.

“Abbiamo solo due posti e sono occupati”, disse Ernest. “Monterò

sul predellino”, disse il giovane. Introdusse un pacchetto

attraverso il finestrino, strinse loro la mano, spiegò che per un

fascista e uomo abituato a viaggiare come lui non era una gran

cosa e, mentre due uomini legavano la sua valigia dietro alla

macchina sopra le altre, saltò sul predellino sinistro

dell’automobile tenendosi aggrappato con il braccio dentro il finestrino aperto. La folla agitò le braccia in segno di saluto.

Egli rispose con la mano libera...

Clicca qui per continuare a leggere su ScuolAnticoli!

oppure Clicca qui per scaricare il testo in .pdf

Storia di un “magnifico diciannovenne”, Karl Marx,

della ragazza, Jenny, che lo amò e da lui fu amata,

e della “pura perla” che per un attimo, ma non

per sempre, egli “tenne alta alla luce del sole”

Karl, Jenny, Heinrich e la pura perla

oppure, direttamente in .pdf, cliccando qui

Leggi qualche pagina in .pdf cliccando qui!

E poi, se vuoi, acquistalo cliccando qui!

(o all’Edicola di Anticoli Corrado).

350 pagine, una più divertente (e più seria) dell’altra,

che costano solo 13,90 euro e valgono... un po’ di più!

545/1000, Festa delle Cantine. Anticoli Corrado, 8 agosto 2014.

Le Mille più Belle immagini di ScuolAnticoli...

545/1000, Festa delle Cantine. Anticoli Corrado, 8 agosto 2014.

(Clicca sulla foto, per ingrandirla)   (Clicca qui per andare a vedere le prime 500)

(Clicca qui per andare a vedere le seconde 500)

La Gita a Livata della Scuola media di Anticoli Corrado

In oltre cento immagini, una più bella e divertente dell’altra

Cliccando qui!     E c’è anche un video!!!

ScuolAnticoli sta compiendo dieci anni. Rivediamoli insieme...

Zitelle a Vallepietra, Modelle ad Anticoli Corrado

di Luigi Scialanca

su ScuolAnticoli cliccando qui - direttamente in pdf cliccando qui

Clicca qui per vedere il progetto e le immagini nei dettagli!

Clicca su questi link per il video della presentazione

Prima Parte - Seconda Parte - Terza Parte

girato da Carmine Toppi, con gli interventi del prof. Scialanca, degli architetti Misnoli e Saldaneri, e del pubblico in sala!

Donne, uomini, ragazze, ragazzi, anziani, giovani,

ed esponenti di tutte le componenti ideali e politiche di Anticoli

Corrado: ceravate davvero tutti, sabato 19 marzo 2016,

a sentire, con intensa partecipazione affettiva e intellettuale,

il progetto di riqualificazione e pedonalizzazione

di Piazza delle Ville

ideato da Luigi Scialanca, realizzato con rara competenza e

passione dagli architetti Daniele Misnoli e Valentina Saldaneri,

e presentato col validissimo aiuto di Carmine Toppi.

E tutti desidero ringraziare, non solo perché la sala era

gremita, ma per la qualità straordinaria della vostra presenza.

I commenti, comè giusto che sia, sono stati e saranno i più vari.

Ma i più belli, per noi, sono stati quelli non verbali, emotivi,

il modo splendido in cui ci avete ascoltato: lattenzione,

gli sguardi, i sorrisi, la vostra intensa presenza,

saranno per sempre tra i nostri ricordi più cari.
Qualcuno, forse
 ― qualche intransigente rigorista” ―

non ha gradito quella meravigliosa atmosfera? Spero di no,

ma in ogni caso non è riuscito a sciuparla: ci siamo divertiti

sì, divertiti, nel senso più vasto e più umano della parola ―

e questa è una cosa che nessuno potrà togliere né a voi né a noi.
Il progetto potrà essere realizzato o no, criticato, modificato...

Ma la preziosa sensazione che voi e noi abbiamo vissuto

la sensazione che Anticoli è vivo, e che vogliamo e possiamo

far sì che la sua bellezza sia, anchessa, sempre più viva ―

be, questa preziosa sensazione resterà.
Luigi Scialanca.

Clicca su questi link per il video della presentazione

Prima Parte - Seconda Parte - Terza Parte

girato da Carmine Toppi, con gli interventi del prof. Scialanca, degli architetti Misnoli e Saldaneri, e del pubblico in sala!

Il 22 gennaio 1891 nacque ad Ales, in Sardegna,

Antonio Gramsci (1891-1937).

Antonio Gramsci è su ScuolAnticoli in:

Una boccata d’aria pura

Antonio Gramsci sulla religione e sulla Chiesa cattolica

Antonio Gramsci sull’immaginazione e la fantasia (in .pdf)

Antonio Gramsci su Giordano Bruno (in .pdf)

L’Immaginazione di Tattersall

di Luigi Scialanca

un affascinante viaggio nell’unicità umana... cliccando qui!

Di che si tratta? Guarda le immagini-anticipazioni che seguono:

1. Perché Tattersall?... - 2. Tattersall finirà creazionista?

3. La donna che scrisse a Darwin - 4. Comunione&liberazione contro Tattersall

5. Immaginazione e linguaggio - 6. Gli scopiazzatori di Tattersall

7. Tattersall a Roma nel 2012 - 8. E se la mente “vacilla”?...

Alla ricerca del tempo perduto...

Tutte le Classi della Scuola media di Anticoli dal 1982 in poi...

Tutte le Classi della Scuola media di Arsoli dal 1982 in poi...

Tutte le Classi della Scuola media di Riofreddo dal 1982 in poi...

Tutte le Classi della Scuola media di Roviano dal 1982 in poi...

E inoltre...

(Quasi) Tutte le Gite e i Viaggi della Scuola Media Statale Celestino Rosatelli di Arsoli (Roma) e delle sue sedi staccate di Anticoli Corrado, Camerata Nuova, Riofreddo e Roviano: dalle più antiche alle più recenti, dai primi anni '80 a oggi

(Quasi) Tutte le Gite e i Viaggi dal 1980 in poi...

dei ragazzi di ieri e di oggi di Anticoli, Arsoli, Camerata Nuova,

Riofreddo e Roviano: dalle più antiche alle più recenti,

dai primi anni ’80 a oggi.

ScuolAnticoli sulla Scuola

(per la Scuola vera, che è di tutti

contro la “scuola” “buona”, che è dei piddino-renzisti)

Perché noi Docenti non dovremmo eleggere i nostri rappresentanti nel comitato di valutazione

(Lunedì 16 novembre 2015)

La “buona” (da mangiare) Scuola renzista

(Venerdì 18 settembre 2015)

Chi è “il primo della classe”?...

(Sabato 12 settembre 2015)

Chi distrugge nei ragazzi la speranza nella Scuola?

(Lunedì 25 maggio 2015)

Un governo che aggredisce gli insegnanti davanti agli alunni non è diverso da...

(Lunedì 8 giugno 2015)

Perché blocchiamo gli scrutini?

(Giovedì 4 giugno 2015)

La “scuola” americana modello della “scuola” renzista: in 45

degli Stati Uniti la scrittura a mano è una materia facoltativa

(Sabato 30 maggio 2015)

La Scuola è un luogo di realizzazione nei rapporti umani...

(Mercoledì 13 maggio 2015)

La Scuola è sotto attacco in tutto il mondo...

(Domenica 12 aprile 2015)

Che cos’è la giustificazione delle assenze da Scuola?

Adempimento ed evasione dell’Obbligo Scolastico

La Fine della Rosatelli di Arsoli, simbolo della Distruzione

della Scuola degli Italiani e della nostra Memoria

Riconosci i falsi insegnanti

Il registro personale del docente - normativa

Hai dei dubbi su cosa sia lobbligo scolastico?

Clicca qui e ti saranno tolti.

I primi quattro testi:

Il bastone del cieco, di Massimo Alvaro

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     Clicca qui per scaricare il testo in .doc

Non erano ragioni valide le ragioni logiche, di Neri Pozza

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     Clicca qui per scaricare il testo in .doc

Donne nell'assedio di Firenze, di Roberto Papi

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     Clicca qui per scaricare il testo in .doc

Eugenio Curiel, di Elio Vittorini

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     Clicca qui per scaricare il testo in .doc

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con l'Antica Locanda Arcos di Anticoli Corrado - un luogo dove ogni finestra è un quadro: cento immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con...

lAntica Locanda Arcos ad Anticoli Corrado

...dove ogni finestra è un quadro

100 immagini, una più bella dell’altra, cliccando qui!

Spiegare un Film a un Bambino... cliccando qui.

Esilarante Religione

Grandi Scrittori atei e irriverenti che hanno riso

delle religioni e dei loro ministri.

Dio, cioè lolio di ricino n.3...

Religioni, Chiese e preti secondo Sc’vèik

di Jaroslav Hašek (1883-1923)

Mr Weller, il “nemico di Dio”, salda il conto

al reverendo dal naso rosso

di Charles Dickens (1812-1870)

Non trovi la pagina di ScuolAnticoli che cerchi? Clicca qui, vai alle "Pagine da non perdere" e la troverai!

Dopo otto anni, la pagina Inesistenza del cielo su Anticoli Corrado

si conclude avendo raggiunto il suo obiettivo fondamentale: la

più vasta documentazione mai raccolta sull’inesistenza del cielo.

La più vasta documentazione mai raccolta sull'inesistenza del cielo: L'Inesistenza del cielo su Anticoli Corrado.

Le bellissime pagine della Maestra Cristina:

per grandi e piccini.

Le bellissime pagine della Maestra Cristina: per grandi e piccini.

Le Pagine della Valle dell’Aniene, luogo tra i più belli del Lazio e d'Italia.

Le Pagine della Valle dellAniene, luogo tra i più belli del Lazio e d’Italia.

Le Pagine delle nostre Scuole, dei Ragazzi, delle Famiglie e degli Insegnanti: clicca qui per vederle tutte!

Le Pagine delle Scuole

dei Ragazzi, delle Famiglie e degli Insegnanti.

Vuoi tirarti sù?

Vedrai che

l’Inesistenza del Cielo su Anticoli ti farà bene.

Vuoi tirarti sù? Vedrai che l'inesistenza del Cielo su Anticoli Corrado ti farà bene!

Le bellissime Pagine dei nostri ottimi e cari Collaboratori e Amici.

Le Pagine dei nostri cari e ottimi Collaboratori e Amici.

Le Pagine di Anticoli Corrado: com'era, com'è e come (forse) sarà.

Le Pagine di Anticoli Corrado

com’era, com’è

e come (forse) sarà.

Vuoi leggere ma non hai tempo? In "Righe di Libri" il tempo per te lo mettiamo noi.

Vuoi leggere ma non hai tempo? In Righe di Libri te lo diamo noi.

La Valle a portata di click: Paesi e Meteo della Valle dell’Aniene.

Tutta la Valle dell'Aniene a portata di click: tutti i Paesi e tutti i Meteo della Valle dell'Aniene.

Una Bellissima Signora di 65 anni: la Costituzione della Repubblica Italiana.

Una Bellissima Signora di 65 anni: la Costituzione della Repubblica Italiana.

Lo Statuto dei Lavoratori, per conoscere tutti i tuoi Diritti di Lavoratore.

Lo Statuto dei Lavoratori, per conoscere i tuoi Diritti sul Lavoro.

Quando i Migranti eravamo Noi: una pagina per aiutarci a restare Umani.

Quando i Migranti eravamo Noi: una pagina per aiutarci a restare Umani.

La pagina della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.

Hai dei dubbi (come li abbiamo noi) sul fatto che in Italia i Diritti dei Minori di 18 anni siano davvero e sempre rispettati Consulta la Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia e scopri quanti Diritti ignoravi di avere cliccando qui!

La Guerra incostituzionale italiana in Afghanistan.

La pagina della Guerra incostituzionale italiana in Afghanistan

Hai dei dubbi (come li abbiamo noi) sugli Psicologi a Scuola? Consulta la Carta dei Diritti del consumatore-utente di prestazioni psicologiche e tutti i nostri Materiali sull’argomento cliccando qui.

Psicologi a Scuola? Consulta la Carta dei Diritti e i nostri Materiali su questo argomento.

Non trovi la pagina che cercavi? Clicca qui, sulle PAGINE DA NON PERDERE, e vedrai che salterà fuori.

Non trovi una pagina? Pagine da non perdere, e salterà fuori.

La dichiarazione dei diritti degli animali

Hai dei dubbi (come noi) sul fatto che in Italia e nella Valle dell'Aniene i diritti degli animali siano rispettati? Leggi la Dichiarazione universale dei diritti degli animali.

Tutta i Paesi della Valle dell'Aniene e dintorni, per un raggio di 30 km. da Anticoli Corrado, a portata di click! E il Meteo di ogni paese per 5 giorni!

Tutti Paesi della Valle dell’Aniene e dintorni a portata di click.

Clicca qui per vedere la mappa Google della Valle dell’Aniene

Affile

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Agosta

Passeggiata virtuale

Torneo di pesca

Siti Web e Facebook

Meteo

Anticoli Corrado

Passeggiata virtuale

ScuolAnticoli

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Antica Locanda Arcos

Meteo

Arcinazzo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Arsoli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Agriturismo Le Giare

Meteo

Ascrea

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Bellegra

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

La Grotta dell’Arco

Meteo

Camerata Nuova

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Camerata vecchia

Meteo

Campaegli

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2015)

Siti Web e Facebook

Meteo

Canterano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Capranica Prenestina.

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Carsoli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Casape

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Castel Madama

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Castel di Tora

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Cerreto Laziale

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Cervara di Roma

Passeggiata virtuale

Ritorno a Cervara

Manuale del Recupero

Siti Web e Facebook

Meteo

Ciciliano

Passeggiata virtuale

Castello Theodoli

Villa Manni (Trebula)

Siti Web e Facebook

Meteo

Cineto Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Civitella di Licenza

Passeggiata virtuale

Collalto Sabino

Passeggiata virtuale

Visita al Castello

Siti Web e Facebook

Meteo

Colle di Tora

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Filettino

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Gerano

Passeggiata virtuale

Casa delle Scatole

Siti Web e Facebook

Meteo

Guadagnolo

Passeggiata virtuale

Mentorella

Siti Web e Facebook

Meteo

Jenne

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Laghetto di san Benedetto

Passeggiata virtuale

Lagustelli

di Percile

Passeggiata virtuale

Percile

Licenza

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Livata

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2015)

Siti Web e Facebook

Meteo

Madonna d. Pace

Passeggiata virtuale

Mandela

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Marano Equo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Mentorella

Passeggiata virtuale

Monasteri di Subiaco

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Montorio in Valle

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Nespolo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Olevano Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Oricola

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Orvinio

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Paganico Sabino

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Percile

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Lagustelli

Meteo

Pereto

Passeggiata virtuale

Madonna dei Bisognosi

Siti Web e Facebook

Meteo

Pietraforte

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Pietrasecca

Passeggiata virtuale

La Grotta del Cervo

Siti Web e Facebook

Meteo

Pisoniano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Poggio Cinolfo

(in preparazione per il 2015)

Poli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Pozzaglia Sabina

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Ricetto

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Riofreddo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Meteo

Rocca Canterano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca di Botte

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca di mezzo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roccagiovine

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca S. Stefano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roiate

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roviano

Passeggiata virtuale

Ponte Scutonico

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Meteo

Sambuci

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

San Giovanni dell’Acqua

Passeggiata virtuale

San Gregorio

da Sassola

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

San Lorenzo

Passeggiata virtuale

San Polo

dei Cavalieri

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Santuario Madonna

dei Bisognosi

Passeggiata virtuale

San Vito Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Saracinesco

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Subiaco

Passeggiate virtuali

Subiaco

La Crocetta

San Benedetto

Laghetto

Subiaco nel 1906

Siti Web e Facebook

Meteo

Tivoli

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2015)

Siti Web e Facebook

Meteo

Trevi nel Lazio

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Trinità, Santuario

Passeggiata virtuale

Turania

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Turano, Lago del

Pagina dedicata

Vallepietra

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vallinfreda

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vicovaro

Passeggiata virtuale

Pratarelle,7 giugno 1944

Grotte di San Cosimato

Siti Web e Facebook

Meteo

Villa Romana

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vivaro Romano

Passeggiata virtuale

SitiWeb e Facebook

Meteo

Altri siti

su left 18, dal 30 aprile al 6 maggio in edicola

I quattro libri fondamentali della teoria di Massimo Fagioli. In migliaia di pagine, la scoperta della teoria della nascita che ha demolito le false idee di religione e ragione. - L'asino d'oro edizioni.

Weblog quotidiano di informazioni e segnalazioni dalla stampa e dai giornali on line, di Fulvio Iannaco.

"Spazi" - Associazione culturale "Amore e Psiche" - Supplemento di "Segnalazioni" sulle mostre, i concerti e le realizzazioni espressive di ogni genere dei collaboratori e dei lettori di "Segnalazioni".

La pubblicità su ScuolAnticoli è gratuita: non si acquista,

si basa sulla stima reciproca. Ma se non ti conosciamo,

come facciamo a stimarti? Clicca qui e scrivici!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le 100 nazioni di provenienza delle 11.280 visualizzazioni di pagina effettuate su ScuolAnticoli nell'aprile 2016

Le 100 nazioni di provenienza delle 11.280 visualizzazioni di pagina effettuate su ScuolAnticoli nell’aprile 2016: 5392 dall’Italia, 1378 dagli Stati Uniti, 724 dalla Germania, 682 dalla Russia, ecc.... (Servizio fornito da Aruba)

ScuolAnticoli non è una testata giornalistica o un periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità dei materiali. Pertanto non si può considerare un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001: Clicca per continuare

ScuolAnticoli nacque nel 2003 dal lavoro, svolto in orario extrascolastico, della Classe 2000-2003 della Scuola media di Anticoli Corrado, della signora Paola Scialanca e del professor Luigi Scialanca. Dall’agosto del 2006 è una Libera Scuola di Umanità diretta da Luigi Scialanca. Il contatore sottostante registra solo le visite alla homepage. Nel 2009 ScuolAnticoli ha avuto 89.853 visualizzazioni di pagina, nel 2010 125.454, nel 2011 150.974, nel 2012 137.123, nel 2013 150.110, nel 2014 160.679, nel 2015 163.144. Dal 1° gennaio 2016, 44.418.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

L'immagine di sfondo di questa pagina, raffigurante piazza delle Ville ad Anticoli Corrado, è un dipinto dell'artista danese Viggo Rhode (1900-1976). L'ha segnalata a ScuolAnticoli il signor Peter Holck. Rielaborazione grafica di Luigi Scialanca.

ScuolAnticoli

La Terra vista da Anticoli Corrado

Libera Scuola di Umanità, senza fedi né credi,

ispirata alle scoperte di Massimo Fagioli

e alla Costituzione della Repubblica Italiana.

Diretta da Luigi Scialanca - Anticoli Corrado (Roma).

Aggiornata al 5-5-2016.

Buon venerdì 6 maggio a tutti!

Pensieri precedenti

Pensiero del Giorno n° 968

Più la Scienza dipenderà da finanziamenti privati,

più i ricercatori, come gli artisti nell’Età feudale,

saranno di due tipi: i veri, e i buffoni di corte.

Pensiero del Giorno.

Non tutti i Gatti vengono per Nuocere: Clicca e Vedrai!

Clicca qui e scrivici!

...E torna spesso!

Clicca qui e scrivici!

 

 

 

 

L’immagine di sfondo di questa pagina, raffigurante piazza delle Ville ad Anticoli Corrado, è un dipinto dell’artista danese Viggo Rhode (1900-1976).

L’ha segnalata a ScuolAnticoli il signor Peter Holck. Rielaborazione grafica di Luigi Scialanca.

 

*

 

Torna in cima alla Pagina