ScuolAnticoli

Libera Scuola di Umanità, senza fedi né credi,

ispirata alle scoperte di Massimo Fagioli e alla Costituzione.

Diretta da Luigi Scialanca - Anticoli Corrado (Roma).

Pensiero del Giorno.

Pensiero del Giorno n° 1.044

Pensieri precedenti

Come coesistono il tempo assoluto della mente e il

tempo relativo allo spazio locale? In una perenne

tensione, forse, che nel non umano tanto più si

attenua quanto meno dista dall’inorganico?

*

Whitby, Gran Bretagna, tra il 1890 e il 1900. Fotografia di Frank Meadow Sutcliffe (1853 - 1941).

(Venerdì 9 dicembre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Mercoledì 7 dicembre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

Per la serie Esilarante religione:

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     O qui per scaricarlo in .doc

 

Un Dio che avrebbe potuto creare i propri figli capaci solo di bontà, e ha scelto invece di renderli capaci anche di cattiveria.

Un Dio che avrebbe potuto farli tutti felici, e invece ha deciso di non farne felice quasi nessuno.

Un Dio che ha dato loro la capacità di apprezzare la vita, per quanto amara, ma che avaramente ha fatto sì che la vita sia breve.

Un Dio che ha donato ai suoi angeli, che non la meritavano, la felicità eterna, ma ha preteso che tutti i suoi figli la guadagnassero duramente.

Un Dio che ha dato ai suoi angeli una vita senza dolore, ma ha maledetto tutti i suoi figli con penose disgrazie e malattie del corpo e della mente.

Un Dio che parla di giustizia e ha inventato l’Inferno, che parla di Regole Auree, e di perdono moltiplicato sette volte sette, e ha inventato l’Inferno.

Un Dio che parla agli altri di morale, ma non ne ha una per sé.

Un Dio che si adira per i crimini commessi, ma lui stesso li commette tutti.

Un Dio che ha creato l’uomo senza che questi glielo chiedesse e poi cerca di far cadere sull’uomo tutta la responsabilità delle azioni umane, invece di attribuirla a chi spetterebbe di diritto: a sé stesso.

Infine, un Dio che, con un’ottusità davvero divina, invita i suoi poveri schiavi seviziati ad adorarlo!

Ora capisci che tutto questo è impossibile, tranne che in un incubo.

Capisci da te, ora, che queste non sono altro che sciocche creazioni di un’immaginazione che non si rende conto dei mostri che crea...

(Da Lo straniero misterioso, Roma, Nobel, 2011, pp 284-285).

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     O qui per scaricarlo in .doc

(Martedì 15 novembre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     O qui per scaricarlo in .doc

 

Evgeny Morozov – sociologo, esperto di tecnologia e informazione, autore fra l’altro di Silicon valley: i signori del silicio (Codice, 2016) – ha scritto un interessante articolo per Internazionale (n°38, 28 ottobre): I limiti della nuova filantropia tecnologica. Eccone un estratto:

“L’impegno di Zuckerberg nel campo dell’istruzione è un segno di cosa ci riserva il futuro. Dopo che Zuckerberg ha personalmente donato cento milioni di dollari alle scuole del New Jersey, la Chan Zuckerberg initiative ha investito in attività che vorrebbero espandere le opportunità scolastiche nei paesi in via di sviluppo. [...] Si tratta di una missione nobile, ma la verità è che ad attrarre Zuckerberg, per sua stessa ammissione, è [...] soprattutto la scelta di affidarsi all’apprendimento personalizzato, che naturalmente rende necessaria un’enorme raccolta e analisi di dati. [...] Insieme al resto dell’élite della Silicon valley, da Bill Gates a Laurene Powell Jobs [...], Zuckerberg è tra i finanziatori della AltSchool, una startup fondata da un exmanager di Google, che porta l’apprendimento personalizzato a un livello ancora più estremo. In perfetto stile taylorista, le classi della AltSchool sono dotate di telecamere e microfoni in modo da poter analizzare ogni aspetto del percorso di apprendimento [...] formando individui dallo spirito razionale, imprenditoriale e quantitativo, che accolgano a braccia aperte ogni genere di personalizzazione. Dobbiamo stare estremamente attenti a non cadere vittime di una forma perversa di sindrome di Stoccolma simpatizzando con chi ha preso in ostaggio la nostra democrazia [corsivi miei].

Poche pagine dopo, come se ciò non bastasse, mi sono imbattuto nell’articolo La parola alle macchine, di Will Knight, tratto dalla statunitense Mit Technology Review, e in particolare nelle seguenti parole: “Ora che i software d’intelligenza artificiale stanno diventando più sofisticati e complessi, è difficile immaginare come collaboreremo con loro senza il linguaggio. [...] «C’è una domanda che ci assilla» spiega Terry Vinograd, informatico e docente all’Università di Stanford: «cosa succederebbe se esistessero cose intelligenti, nel senso di efficaci, ma totalmente prive di empatia nei nostri confronti? Possiamo immaginare macchine che non si basano sull’intelligenza umana ma sui big data e comandano il mondo» [corsivi miei].

Il punto è proprio questo: dotare i computer di intelligenza umana ci sarà possibile (e allo stesso tempo ciò vorrà dire renderle capaci di parlare umanamente) solo se riusciremo a dotarle di empatia. Ma come ci riusciremo, se perfino restituire l’empatia a certi esseri umani (politici, boss della finanza globale, ecc.) si sta dimostrando estremamente difficile?

Il problema, voglio dire, non è che non riusciamo a rendere i computer (= gli algoritmi) empatici perché non riusciamo a farli parlare (e ascoltare) “come noi”, come sembra credere il professor Vinograd, ma precisamente l’opposto: non riusciamo a farli parlare (e ascoltare, e capire) perché non abbiamo la minima idea di come renderli empatici! Anzi: non sappiamo ancora nemmeno cosa sia l’empatia, né come “funzioni”. Siamo ben lontani dall’aver compreso la mente umana fino a questo punto.

Potremmo non riuscirci mai?

Forse. Potremmo, quanto meno, non riuscirci finché non riusciremo a fabbricare computer di carne. Computer corporei, fisicamente umani.

Nel frattempo, li stiamo rendendo sempre più capaci di “apprendere” dall“esperienza”. Ma quale esperienza? Lalgida “esperienza” dei big data, cioè dell’immensa (virtualmente infinita) quantità di informazioni che generiamo momento per momento.

Ammettiamo pure che tale “esperienza” arrivi ad acquisire, momento per momento, gli stati fisici e soprattutto affettivi di ogni essere umano sulla Terra (battito cardiaco, espressioni del viso e quant’altro): ciò renderebbe forse più empatici, nei nostri confronti, gli algoritmi che sulla base di quei dati, ma senza poter sentirli, decideranno delle nostre vite?

Forse sì. Ma solo nel caso in cui (1) una decisione politica umana (che già oggi sembra quasi impossibile ottenere) imponga di ricalcolarli in modo che tengano conto più dei dati emotivi (o, per meglio dire, contrassegnati come emotivi) che dei dati – che so? – dei flussi finanziari. E solo nel caso in cui (2) le macchine decisionali basate sui big data, un po’ come le banche, non siano nel frattempo diventate too big to... essere manomesse senza causare sfracelli globali.

Fantascienza? Può darsi. Anzi: me lo auguro con tutto il cuore. Ma considerate, per fare un solo esempio, che già oggi è un algoritmo a decidere quali Scuole chiudere e quali no (sulla base, ovviamente, di leggi antiumane) nei piccoli paesi come Anticoli Corrado. Nessuno viene a parlare con nessuno (proprio come se anche noi non sapessimo più parlare). Nessuno fa domande agli interessati, nessuno si interessa ai loro sentimenti e alle loro storie, nessuno dà loro la possibilità di far “scaturire una risonanza empatica” dai cuori e dalle menti di qualcuno.

Riuscite a immaginare un mondo di relazioni interumane diretto così? No? Eppure non è difficile: quel mondo è (quasi) già questo.

E una Scuola così? C’è chi si sta dando alacremente da fare (coadiuvato da non pochi docenti rassegnati e/o stupidi) perché anch’essa sia qui fra non molto.

La paura, a questa idea, diventa terrore.

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     O qui per scaricarlo in .doc

(Martedì 1° novembre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

(Mercoledì 26 ottobre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     O qui per scaricarlo in .doc

Nota di risposta del Comune di Anticoli Corrado alle Linee guida della Regione Lazio per la programmazione della rete scolastica per l’a. s. 2016 / 2017.

In risposta alla Nota n. 0123699/16 del 20/09/2016 del Dipartimento VIII “Programmazione della rete scolastica – edilizia scolastica - Ufficio di Direzione Politiche della Scuola, diritto allo studio, educazione permanente – arredi scolastici – Ufficio metropolitano per la pianificazione e l’autonomia scolastica della Città metropolitana di Roma Capitale”, avente come oggetto: “Trasmissione D.G.R. Lazio n. 524 del 13.09.2016 recante le Linee guida della Regione Lazio sulla programmazione della rete scolastica. Anno scolastico 2017/2018. Termini per il recepimento delle proposte dei Comuni”;

tenuto conto di quanto stabilito dal D. P. R. n. 233 / 98 per quanto attiene i parametri numerici necessari per mantenere o acquisire l’autonomia scolastica;

tenuto conto delle suddette Linee guida della Regione Lazio sulla Programmazione della rete scolastica per l’a. s. 2016 / 2017, e in particolare dell’affermazione in esse contenuta che “Gli interventi programmatori [...] dovranno tendere ad armonizzare le esigenze didattiche, educative e di formazione specifica con le necessità di sviluppo economico territoriale, favorendo la stabilità delle istituzioni scolastiche nel tempo e la loro capacità di rapportarsi in modo sempre più diretto e partecipato con il territorio di riferimento, in raccordo con i relativi fabbisogni professionali”;

con osservanza si comunica che

Nel territorio del Comune di Anticoli Corrado è ubicato da decenni un plesso dell’Istituto comprensivo di Arsoli comprendente Scuola primaria e Scuola secondaria di primo grado.

L’Istituto comprensivo statale di Arsoli, con le sue sedi staccate fra cui quella di Anticoli Corrado, conta una popolazione scolastica consolidata e prevedibilmente stabile tale da corrispondere a quanto previsto dall’articolo 2 comma 3 del D. P. R. n. 233 / 98 per i comuni montani.

Per il comune di Anticoli Corrado in particolare, malgrado il verificarsi in alcuni anni di occasionali diminuzioni della popolazione scolastica, si può ragionevolmente prevedere una stabilizzazione di tale dato sulla base non solo di una possibile ripresa dell’incremento demografico, ma soprattutto per il continuo accrescersi di una popolazione di immigrati regolari e regolarmente residenti composta prevalentemente da giovani coppie che con ogni evidenza ritengono ottimale questa sistemazione. Fenomeno che l’Amministrazione di Anticoli Corrado ha attivamente incoraggiato e continuerà a incoraggiare (anche perché si tratta di una immigrazione di qualità, che ha stabilito ottimi rapporti con la popolazione originaria) e che in futuro, se generalizzato a tutti i centri della Città metropolitana di Roma Capitale, potrebbe determinare un sensibile alleviamento di taluni disagi di ordine socio culturale.

Le Scuole primaria e secondaria di primo grado di Anticoli Corrado, inoltre al di là dei nudi dati numerici, ai quali giustamente le Linee guida della Regione Lazio chiedono di non limitarsi ― per l’alto livello di preparazione degli alunni che da esse si dirigono poi a frequentare, con ottimi risultati, gli Istituti superiori di Tivoli, di Subiaco, di Avezzano, di Rieti e di Roma, nonché per il continuo incremento (in positiva controtendenza rispetto alla media dei dati regionali e nazionali) dei laureati che in queste Scuole hanno iniziato i loro studi, sono da questa Amministrazione e da tutti i cittadini considerate di primaria importanza per il mantenimento dell’elevato standard formativo fin qui assicurato alle nuove generazioni anticolane, come dimostra anche la grande attenzione con cui tutte le iniziative e le attività scolastiche sono seguite e patrocinate dai cittadini stessi.

A tal proposito ― riferendosi al punto 2.3/1 delle Linee guida, laddove affermano che “È necessario [...] ridurre il numero delle pluriclassi esistenti, facilitando il più possibile la frequenza degli alunni in gruppi classe omogenei per età, al fine di sostenere percorsi didattici efficaci per conseguire apprendimenti significativi per tutti e contrastare lo strutturarsi di difficoltà cognitive e relazionali [...] costruendo insieme sinergie virtuose e strategiche che coinvolgano anche più Comuni limitrofi ― questa Amministrazione ritiene doveroso far presente che:

1. Le pluriclassi, nelle Scuole primaria e secondaria di primo grado di Anticoli Corrado, benché certamente non gradite dai soggetti interessati, tuttavia (grazie all’impegno degli insegnanti, delle famiglie e ― non ultima ― di questa Amministrazione) non hanno causato il benché minimo decremento dell’elevato standard formativo di cui sopra.

2. Ai fini della (giustamente auspicata) ottimizzazione dei percorsi pedagogici e didattici, quella della mera età anagrafica degli alunni non è l’unica né la principale omogeneità da preservare: ben più importante è l’omogeneità psicologica e relazionale, laddove essa ― com’è appunto il caso delle Scuole primaria e secondaria di primo grado di Anticoli Corrado ― nel corso del tempo ha raggiunto un livello e dei risultati così alti, da far temere con ragionevole certezza che un’intempestiva e per così dire forzata omogeneizzazione con realtà molto diverse determini, negli alunni e nelle famiglie, problemi comportamentali che potrebbero, essi sì, provocare lo strutturarsi di difficoltà cognitive e relazionali difficilmente superabili nel breve e nel medio periodo.

L’Amministrazione comunale di Anticoli Corrado, inoltre, nel corso degli anni ― stante il forte interessamento della popolazione e per venire incontro alle sue richieste ― con la fattiva collaborazione delle Amministrazioni superiori ha intrapreso notevoli investimenti a favore delle attività scolastiche sia della Scuola primaria che della secondaria di primo grado, nonché dell’edificio ove esse hanno sede:

1. Sono stati finanziati progetti didattici e formativi di alto livello (corsi di lingue, corsi di istruzione informatica, attività sportive, attività di sostegno psicologico per gli alunni con situazioni di disagio, viaggi di istruzione, corsi di teatro e di cinematografia);

2. Sono stati completamente rinnovati gli arredi del plesso, sia per la Scuola primaria che per la secondaria di primo grado;

3. Sono stati acquistati mezzi audiovisivi e informatici, supportati, in ogni aula, da un efficiente collegamento a Internet;

4. È stato messo in opera un ascensore per disabili;

5. Sono state allestite adeguate uscite di sicurezza;

6. È stata affiancata all’edificio una scala di sicurezza esterna;

7. È stata costruita la palestra di cui i cittadini chiedevano di dotare la Scuola;

8. E l’intero edificio, infine, è stato oggetto di importanti e accurati lavori di adeguamento e manutenzione nel rispetto di tutte le più recenti disposizioni di legge.

Notevoli investimenti che hanno reso le Scuole primaria e secondaria di primo grado di Anticoli Corrado più sicure ed efficienti di non poche altre, e dei quali la Cittadinanza ― è appena il caso di sottolinearlo ― ritiene ovviamente assai importante il pieno utilizzo e la più positiva messa a frutto nei termini di una sempre migliore preparazione dei propri figli alle future sfide culturali e lavorative.

Impegno, quello dei cittadini e dell’Amministrazione di Anticoli Corrado per le Scuole primaria e secondaria di primo grado, al quale è doveroso aggiungere come vi sia sempre stata una piena e fattiva collaborazione da parte degli insegnanti che qui da anni prestano la loro opera in entrambi gli ordini scolastici, nonché dell’Istituto comprensivo di Arsoli nel suo complesso e di pressoché tutti i Dirigenti scolastici che vi si sono succeduti.

Attualmente, in particolare, da parte delle Scuole primaria e secondaria di primo grado, e in prima persona di alcuni insegnanti, è in fase di avanzato completamento un progetto didattico al quale saranno invitati a partecipare artisti e associazioni culturali di tutta la Valle dell’Aniene che metta entrambe le Scuole in fattiva sinergia con il locale Civico Museo di Arte moderna e contemporanea, del quale non è possibile sovrastimare l’importanza per il nostro Comune per il prosieguo di una tradizione artistica e culturale che da sempre lo rende meta e obiettivo non solo virtuale di un interesse che va al di là delle pur piccole dimensioni del Comune stesso. Il progetto, al quale potranno aderire anche altri Istituti o singole classi dei comuni limitrofi, e che prevede l’adozione da parte dei bambini e dei ragazzi tra i 10 e i 13 anni di opere fra le più significative conservate nel Museo e la presenza al loro fianco di artisti, psicologi e docenti che ne orientino la fruizione e l’elaborazione culturale, mira a:

1. Promuovere la responsabilizzazione delle giovani generazioni in ordine alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio culturale e artistico non solo locale;

2. Orientare le loro scelte successive verso mete attinenti alla precipua vocazione culturale, artistica (e di conseguenza turistica) della Valle dell’Aniene, che dal Medioevo dei Monasteri sublacensi di San Benedetto e Santa Scolastica al ‘900 dei pittori e degli scultori di Anticoli Corrado ha trovato e può ritrovare soprattutto in questo suo patrimonio un potente fattore di sviluppo culturale, civile ed economico;

3. Rafforzare e generalizzare il legame affettivo e intellettuale della popolazione di Anticoli Corrado con il Museo e del Museo con la popolazione, anche nell’ottica della promozione di attività ricreative e turistiche che vadano al di là delle pur legittime sagre e manifestazioni d’altra indole.

A quanto sopra, infine, è doveroso anche se più prosaico aggiungere che l’ubicazione nel territorio del Comune di Anticoli Corrado di una sede di Scuola primaria e secondaria di primo grado così efficiente e amata dai cittadini è il principale motivo che induce le famiglie di nuova formazione ― e, più in generale, tutte le famiglie con bambini frequentanti tali ordini di Scuole, famiglie caratterizzate per lo più da un elevato grado di pendolarismo con la capitale che non consente loro che un’assai esigua libertà di movimento nel corso della settimana ― a non abbandonare il territorio stesso per andare a risiedere in altre località più o meno vicine. Ragion per cui appare legittimo supporre che la presenza delle suddette Scuole costituisca attualmente il principale se non l’unico fattore di sopravvivenza come centro abitato vivo e vitale di un Comune la cui importanza storico-artistica per la nostra Regione è talmente nota da non richiedere di essere qui ulteriormente descritta.

L’Amministrazione comunale di Anticoli Corrado e la stragrande maggioranza dei cittadini ritengono dunque di non dover effettuare modifiche all’attuale assetto della rete scolastica comunale.

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     O qui per scaricarlo in .doc

(Venerdì 21 ottobre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Mercoledì 19 ottobre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

“Ora abbiamo imparato che l’intero [sic] Universo si regge su un equilibrio precario che si potrebbe rompere in un qualunque momento”. Lo dice Guido Tonelli, professore ordinario di Fisica generale presso il dipartimento di Ingegneria dell’informazione dell’Università di Pisa, in un articolo, La fine dell’Universo interroga la filosofia, apparso su la Lettura del Corriere della sera domenica 18 settembre.

“Scienza” apocalittica, a uso e consumo del “baraccone” mediatico? O siamo di fronte a un fenomeno che non possiamo liquidare con una battuta? Che merita, anzi, tutta la nostra attenzione?

A quanto pare, aver “dimenticato” lesistenza dell’Umanità sta portando la Scienza ― pur mentre giunge a toccare le fondamenta dell’Universo, del Tutto, della Realtà medesima ― a “dimenticare” anche l’esistenza propria. E, di conseguenza, a tornare a sparire nella religione.

Credere che l’Universo possa dissolversi in ogni momento equivale, infatti, a credere che l’Universo non esista. Che l’Universo, cioè, sia inessenziale (insieme a tutto ciò che lo compone, agli oggetti di tutte le scienze, e alle scienze stesse) rispetto a... che cosa? Cos’è essenziale, allora? Cos’è che non può dissolversi in ogni momento? Il Nulla? Dio?

In entrambi i casi (che poi son forse un caso solo, poiché la fede in un Dio reale e la fede in un Nulla reale sono probabilmente la stessa fede), la Scienza scompare, poiché di Dio e/o del Nulla (e/o di qualsiasi altro Essenziale Assoluto) non è possibile scienza alcuna.

E non rimane che la religione.

È logico che ciò accada, è razionale: cos’altro resta se non la religione a una Scienza che, non limitandosi a servirsi della Matematica, ne abusa per dichiarare inesistente quel che alla Matematica non soggiace ― vale a dire “soltanto” l’umano ― poiché, essa crede, ammetterne la presenza “turberebbe il suo rigore”?

Certo, con la sola Matematica si possono descrivere esattissimamente infinite realtà misurabili. Ma “ora” che la Scienza (da un secolo!) è arrivata a confrontarsi con le fondamenta della Realtà (cioè proprio con quel che sorregge l’Universo, e non lo fa sparire “in qualsiasi momento”), be’, o la Scienza “si accorge” che l’Universo si regge proprio sull’Umanità, o tutto, appunto, le si dissolve davanti, essa rimane senza oggetti, impotente: alle prese, ma senza costrutto, con pure apparenze, con assai meno che miraggi. Il che, volenti o nolenti, consapevoli o inconsapevoli, significa regredire a fare “ricerca” di Dio.

Pur di non riconciliarsi con l’umano, insomma, la Scienza si suicida: ridiventa teologia.

Non è vero? Può darsi. Ma allora, professor Tonelli, perché avete ricominciato a lanciare moniti apocalittici come se fossimo tornati all’anno Mille?

(Lunedì 19 settembre 2016. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Giovedì 19 novembre 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Lunedì 17 agosto 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

E se dal giorno in cui veniamo al mondo, anno dopo anno, con una serie di riti si tentasse di confondere, in ognuno di noi, l’esperienza umana della vita?

Se con un primo rito si cercasse di mistificare, nei nostri genitori e un domani in noi, il significato umano delle nostre nascite?

Se più in là, con un secondo rito, si tentasse dingannarci sul rapporto umano convincendoci che esso è sacrificio disumano di sé e dell’altro?

Se quindi, con un terzo rito, si cercasse di confonderci sullumana ricerca di ognuno di noi sulla propria storia riducendola a un’interminabile sequela di ammissioni e cancellazioni di colpe?

Se in seguito, con un quarto rito, si tentasse di cancellare, in ognuno di noi, il senso del fondamentale momento del passaggio dall’infanzia all’adolescenza, e con esso il rapporto umano della donna con l’uomo e dell’uomo con la donna?

Se poi, con un quinto rito, si cercasse di devastare, in ognuno di noi, lumanità dell’amore, con le sue gioie e le sue sofferenze, raggelandola in un dogmatico dovere verso la divinità?

E se infine, con un sesto rito, si tentasse di falsificare il significato umano della morte spacciandola per una nascita? E alterando, così, il senso dell’intera vita?

Sarebbe mostruoso, vero?

Ebbene, dipende solo da noi che così non sia. Da ognuno di noi.

(Domenica 17 maggio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Venerdì 20 marzo 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

Clicca qui per vedere tutti i post di dicembre 2016

Clicca qui per vedere tutti i post di novembre 2016

Clicca qui per vedere tutti i post di ottobre 2016

Clicca qui per vedere tutti i post di settembre 2016

Clicca qui per vedere tutti i post di agosto 2016

Clicca qui per vedere tutti i post dal 2002 a oggi

 

 

624/1000, Passeggiata a Licenza, 9 agosto 2010.

Le Mille più Belle immagini di ScuolAnticoli...

624/1000, Passeggiata a Licenza, 9 agosto 2010.

(Clicca sulla foto, per ingrandirla)   (Clicca qui per andare a vedere le prime 500)

(Clicca qui per andare a vedere le seconde 500)

Ora tutti i partiti vorranno farci credere che abbiamo

votato per loro. Lo fanno fin dalla Resistenza: cercare di

impadronirsi degli spontanei movimenti di lotta delle

Italiane e degli Italiani e tentare di metterli sotto

controllo. Ma è sempre stata una menzogna, una politica

tanto scaltra quanto insensata, e lo è anche oggi: il 4

dicembre, nella cabina elettorale, ogni elettrice o elettore

ha votato secondo sé stesso, per come ella o egli davvero è.

Qualcuno sarà perfino rimasto sorpreso dal proprio voto!

E dunque possiamo essere certi che chi ha votato Sì,

qualunque fosse l’area di provenienza, è intimamente di

destra. Mentre chi ha votato NO, qualunque fosse l’area

di provenienza, è intimamente di sinistra. O quanto

meno, in cuor suo, di sinistra vuol tornare. A Renzi,

perciò, va riconosciuto un (involontario) merito: ha

costretto la vera Sinistra, il popolo di Sinistra, a evadere

dal carcere della cosiddetta appartenenza” e a votare

non per fede, più o meno razionale, ma “di pancia”

(proprio come i media renzisti lo scongiuravano di non

fare): cioè dal profondo del cuore. Oggi, “grazie” a Renzi e

al suo partito-chiesa, sappiamo che la vera Sinistra è di

gran lunga maggioritaria, fra le Italiane e gli Italiani.

Ma non abbiamo, ancora, un partito che la rappresenti.

Né sappiamo, ancora, se riusciremo a non ricadere nei

“credi” politici (che non saranno mai più di sinistra)

e a continuare, invece, a sentire e a pensare.

Sappiamo solo che se saremo bravi, il 4 dicembre sarà,

in futuro, una seconda Festa della Liberazione.

Avevo preparato un’immagine anche per il caso che vincesse il Sì:

se qualcuno vuol vederla, clicchi qui!

Anticoli Corrado sul Corriere della sera del 24.11.2016:

Cliccando qui!

Clicca qui per vedere le immagini del film!

E sui link qui di seguito per leggere anche il testo!

Omaggio alla Modella Anticolana

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     Oppure qui per scaricarlo in .doc

Acquistalo cliccando qui! (o all’Edicola di Anticoli Corrado)

400 pagine, una più interessante dell’altra, che costano solo

17 euro (16,64 su Amazon) e valgono... un po’ di più!

Disponibile anche per Kindle a 9,68 euro!

Leggi qualche pagina in .pdf cliccando qui!

E poi, se vuoi, acquistalo cliccando qui!

(o all’Edicola di Anticoli Corrado).

350 pagine, una più divertente (e più seria) dell’altra,

che costano solo 13,90 euro e valgono... un po’ di più!

Mai più errori di grammatica e di punteggiatura!!!

Un praticissimo manualetto, così piccolo che puoi piegarlo

e portarlo con te, a soli 5 euro e 20 centesimi! Cliccando qui!

Storia di un “magnifico diciannovenne”, Karl Marx,

della ragazza, Jenny, che lo amò e da lui fu amata,

e della “pura perla” che per un attimo, ma non

per sempre, egli “tenne alta alla luce del sole”

Karl, Jenny, Heinrich e la pura perla

oppure, direttamente in .pdf, cliccando qui

A Ian Tattersall, paleoantropologo, scrittore e curatore emerito

dell’American Museum of Natural History di New York,

va riconosciuto un merito: è stato il “primo”

― anche se qualche decennio dopo Massimo Fagioli ―

a parlare dell’essere umano come di un caso unico tra i viventi...

Clicca qui per continuare a leggere su ScuolAnticoli,

qui per scaricare il testo in .pdf o qui per scaricarlo in .doc

Clicca qui per vedere il progetto e le immagini nei dettagli!

Clicca su questi link per il video della presentazione

Prima Parte - Seconda Parte - Terza Parte

girato da Carmine Toppi, con gli interventi del prof. Scialanca, degli architetti Misnoli e Saldaneri, e del pubblico in sala!

Il 22 gennaio 1891 nasce ad Ales, in Sardegna,

Antonio Gramsci (1891-1937).

Antonio Gramsci è su ScuolAnticoli in:

Una boccata d’aria pura

Antonio Gramsci sulla religione e sulla Chiesa cattolica

Antonio Gramsci sull’immaginazione e la fantasia (in .pdf)

Antonio Gramsci su Giordano Bruno (in .pdf)

Alla ricerca del tempo perduto...

Tutte le Classi della Scuola media di Anticoli dal 1982 in poi...

Tutte le Classi della Scuola media di Arsoli dal 1982 in poi...

Tutte le Classi della Scuola media di Riofreddo dal 1982 in poi...

Tutte le Classi della Scuola media di Roviano dal 1982 in poi...

E inoltre...

(Quasi) Tutte le Gite e i Viaggi della Scuola Media Statale Celestino Rosatelli di Arsoli (Roma) e delle sue sedi staccate di Anticoli Corrado, Camerata Nuova, Riofreddo e Roviano: dalle più antiche alle più recenti, dai primi anni '80 a oggi

(Quasi) Tutte le Gite e i Viaggi dal 1980 in poi...

dei ragazzi di ieri e di oggi di Anticoli, Arsoli, Camerata Nuova,

Riofreddo e Roviano: dalle più antiche alle più recenti,

dai primi anni ’80 a oggi.

ScuolAnticoli sulla Scuola

(per la Scuola vera, che è di tutti

contro la “scuola” “buona”, che è dei piddino-renzisti)

Perché noi Docenti non dovremmo eleggere i nostri rappresentanti nel comitato di valutazione

(Lunedì 16 novembre 2015)

La “buona” (da mangiare) Scuola renzista

(Venerdì 18 settembre 2015)

Chi è “il primo della classe”?...

(Sabato 12 settembre 2015)

Chi distrugge nei ragazzi la speranza nella Scuola?

(Lunedì 25 maggio 2015)

Un governo che aggredisce gli insegnanti davanti agli alunni non è diverso da...

(Lunedì 8 giugno 2015)

Perché blocchiamo gli scrutini?

(Giovedì 4 giugno 2015)

La “scuola” americana modello della “scuola” renzista: in 45

degli Stati Uniti la scrittura a mano è una materia facoltativa

(Sabato 30 maggio 2015)

La Scuola è un luogo di realizzazione nei rapporti umani...

(Mercoledì 13 maggio 2015)

La Scuola è sotto attacco in tutto il mondo...

(Domenica 12 aprile 2015)

Che cos’è la giustificazione delle assenze da Scuola?

Adempimento ed evasione dell’Obbligo Scolastico

La Fine della Rosatelli di Arsoli, simbolo della Distruzione

della Scuola degli Italiani e della nostra Memoria

Riconosci i falsi insegnanti

Il registro personale del docente - normativa

Hai dei dubbi su cosa sia lobbligo scolastico?

Clicca qui e ti saranno tolti.

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con l'Antica Locanda Arcos di Anticoli Corrado - un luogo dove ogni finestra è un quadro: cento immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con...

lAntica Locanda Arcos ad Anticoli Corrado

...dove ogni finestra è un quadro

100 immagini, una più bella dell’altra, cliccando qui!

Spiegare un Film a un Bambino... cliccando qui.

Non trovi la pagina di ScuolAnticoli che cerchi? Clicca qui, vai alle "Pagine da non perdere" e la troverai!

Dopo otto anni, la pagina Inesistenza del cielo su Anticoli Corrado

si conclude avendo raggiunto il suo obiettivo fondamentale: la

più vasta documentazione mai raccolta sull’inesistenza del cielo.

La più vasta documentazione mai raccolta sull'inesistenza del cielo: L'Inesistenza del cielo su Anticoli Corrado.

Le bellissime pagine della Maestra Cristina:

per grandi e piccini.

Le bellissime pagine della Maestra Cristina: per grandi e piccini.

Le Pagine della Valle dell’Aniene, luogo tra i più belli del Lazio e d'Italia.

Le Pagine della Valle dellAniene, luogo tra i più belli del Lazio e d’Italia.

Le Pagine delle nostre Scuole, dei Ragazzi, delle Famiglie e degli Insegnanti: clicca qui per vederle tutte!

Le Pagine delle Scuole

dei Ragazzi, delle Famiglie e degli Insegnanti.

Vuoi tirarti sù?

Vedrai che

l’Inesistenza del Cielo su Anticoli ti farà bene.

Vuoi tirarti sù? Vedrai che l'inesistenza del Cielo su Anticoli Corrado ti farà bene!

Le bellissime Pagine dei nostri ottimi e cari Collaboratori e Amici.

Le Pagine dei nostri cari e ottimi Collaboratori e Amici.

Le Pagine di Anticoli Corrado: com'era, com'è e come (forse) sarà.

Le Pagine di Anticoli Corrado

com’era, com’è

e come (forse) sarà.

Vuoi leggere ma non hai tempo? In "Righe di Libri" il tempo per te lo mettiamo noi.

Vuoi leggere ma non hai tempo? In Righe di Libri te lo diamo noi.

La Valle a portata di click: Paesi e Meteo della Valle dell’Aniene.

Tutta la Valle dell'Aniene a portata di click: tutti i Paesi e tutti i Meteo della Valle dell'Aniene.

Una Bellissima Signora di 65 anni: la Costituzione della Repubblica Italiana.

Una Bellissima Signora di 65 anni: la Costituzione della Repubblica Italiana.

Lo Statuto dei Lavoratori, per conoscere tutti i tuoi Diritti di Lavoratore.

Lo Statuto dei Lavoratori, per conoscere i tuoi Diritti sul Lavoro.

Quando i Migranti eravamo Noi: una pagina per aiutarci a restare Umani.

Quando i Migranti eravamo Noi: una pagina per aiutarci a restare Umani.

La pagina della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.

Hai dei dubbi (come li abbiamo noi) sul fatto che in Italia i Diritti dei Minori di 18 anni siano davvero e sempre rispettati Consulta la Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia e scopri quanti Diritti ignoravi di avere cliccando qui!

La Guerra incostituzionale italiana in Afghanistan.

La pagina della Guerra incostituzionale italiana in Afghanistan

Hai dei dubbi (come li abbiamo noi) sugli Psicologi a Scuola? Consulta la Carta dei Diritti del consumatore-utente di prestazioni psicologiche e tutti i nostri Materiali sull’argomento cliccando qui.

Psicologi a Scuola? Consulta la Carta dei Diritti e i nostri Materiali su questo argomento.

Non trovi la pagina che cercavi? Clicca qui, sulle PAGINE DA NON PERDERE, e vedrai che salterà fuori.

Non trovi una pagina? Pagine da non perdere, e salterà fuori.

La dichiarazione dei diritti degli animali

Hai dei dubbi (come noi) sul fatto che in Italia e nella Valle dell'Aniene i diritti degli animali siano rispettati? Leggi la Dichiarazione universale dei diritti degli animali.

Tutta i Paesi della Valle dell'Aniene e dintorni, per un raggio di 30 km. da Anticoli Corrado, a portata di click! E il Meteo di ogni paese per 5 giorni!

Tutti Paesi della Valle dell’Aniene e dintorni a portata di click.

Clicca qui per vedere la mappa Google della Valle dell’Aniene

La Valle dell’Aniene su Facebook

Affile

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Agosta

Passeggiata virtuale

Torneo di pesca

Siti Web e Facebook

Meteo

Anticoli Corrado

Passeggiata virtuale

ScuolAnticoli

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Antica Locanda Arcos

Meteo

Arcinazzo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Arsoli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Agriturismo Le Giare

Meteo

Ascrea

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Bellegra

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

La Grotta dell’Arco

Meteo

Camerata Nuova

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Camerata vecchia

Meteo

Campaegli

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2016)

Siti Web e Facebook

Meteo

Canterano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Capranica Prenestina.

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Carsoli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Casape

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Castel Madama

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Castel di Tora

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Cerreto Laziale

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Cervara di Roma

Passeggiata virtuale

Ritorno a Cervara

Manuale del Recupero

Siti Web e Facebook

Meteo

Ciciliano

Passeggiata virtuale

Castello Theodoli

Villa Manni (Trebula)

Siti Web e Facebook

Meteo

Cineto Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Civitella di Licenza

Passeggiata virtuale

Collalto Sabino

Passeggiata virtuale

Visita al Castello

Siti Web e Facebook

Meteo

Colle di Tora

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Filettino

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Gerano

Passeggiata virtuale

Casa delle Scatole

Siti Web e Facebook

Meteo

Guadagnolo

Passeggiata virtuale

Mentorella

Siti Web e Facebook

Meteo

Jenne

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Laghetto di san Benedetto

Passeggiata virtuale

Lagustelli

di Percile

Passeggiata virtuale

Percile

Licenza

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Livata

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2016)

Siti Web e Facebook

Meteo

Madonna d. Pace

Passeggiata virtuale

Mandela

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Marano Equo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Mentorella

Passeggiata virtuale

Monasteri di Subiaco

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Montorio in Valle

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Nespolo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Olevano Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Oricola

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Orvinio

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Paganico Sabino

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Percile

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Lagustelli

Meteo

Pereto

Passeggiata virtuale

Madonna dei Bisognosi

Siti Web e Facebook

Meteo

Pietraforte

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Pietrasecca

Passeggiata virtuale

La Grotta del Cervo

Siti Web e Facebook

Meteo

Pisoniano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Poggio Cinolfo

(in preparazione per il 2016)

Poli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Pozzaglia Sabina

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Ricetto

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Riofreddo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Meteo

Rocca Canterano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca di Botte

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca di mezzo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roccagiovine

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca S. Stefano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roiate

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roviano

Passeggiata virtuale

Ponte Scutonico

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Meteo

Sambuci

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

San Giovanni dell’Acqua

Passeggiata virtuale

San Gregorio

da Sassola

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

San Lorenzo

Passeggiata virtuale

San Polo

dei Cavalieri

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Santuario Madonna

dei Bisognosi

Passeggiata virtuale

San Vito Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Saracinesco

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Subiaco

Passeggiate virtuali

Subiaco

La Crocetta

San Benedetto

Laghetto

Subiaco nel 1906

Siti Web e Facebook

Meteo

Tivoli

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2016)

Siti Web e Facebook

Meteo

Trevi nel Lazio

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Trinità, Santuario

Passeggiata virtuale

Turania

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Turano, Lago del

Pagina dedicata

Vallepietra

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vallinfreda

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vicovaro

Passeggiata virtuale

Pratarelle,7 giugno 1944

Grotte di San Cosimato

Siti Web e Facebook

Meteo

Villa Romana

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vivaro Romano

Passeggiata virtuale

SitiWeb e Facebook

Meteo

Altri siti

su left 50, dal 10 al 16 dicembre in edicola

su left 50, dal 10 al 16 dicembre in edicola

dal 16 settembre in libreria

I quattro libri fondamentali della teoria di Massimo Fagioli. In migliaia di pagine, la scoperta della teoria della nascita che ha demolito le false idee di religione e ragione. - L'asino d'oro edizioni.

Weblog quotidiano di informazioni e segnalazioni dalla stampa e dai giornali on line, di Fulvio Iannaco.

"Spazi" - Associazione culturale "Amore e Psiche" - Supplemento di "Segnalazioni" sulle mostre, i concerti e le realizzazioni espressive di ogni genere dei collaboratori e dei lettori di "Segnalazioni".

La pubblicità su ScuolAnticoli è gratuita: non si acquista,

si basa sulla stima reciproca. Ma se non ti conosciamo,

come facciamo a stimarti? Clicca qui e scrivici!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le 100 nazioni di provenienza delle 11.793 visualizzazioni di pagina effettuate su ScuolAnticoli nel novembre 2016.

Le 100 nazioni di provenienza delle 11.793 visualizzazioni di pagina effettuate su ScuolAnticoli nel novembre 2016: 5598 dall’Italia, 767 dagli Stati Uniti, 478 dall’Ucraina, 400 dalla Germania, ecc.... (Servizio fornito da Aruba)

ScuolAnticoli non è una testata giornalistica o un periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità dei materiali. Pertanto non si può considerare un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001: Clicca per continuare

ScuolAnticoli nacque nel 2003 dal lavoro, svolto in orario extrascolastico, della Classe 2000-2003 della Scuola media di Anticoli Corrado, della signora Paola Scialanca e del professor Luigi Scialanca. Dall’agosto del 2006 è una Libera Scuola di Umanità diretta da Luigi Scialanca. Il contatore sottostante registra solo le visite alla homepage. Nel 2009 ScuolAnticoli ha avuto 89.853 visualizzazioni di pagina, nel 2010 125.454, nel 2011 150.974, nel 2012 137.123, nel 2013 150.110, nel 2014 160.679, nel 2015 163.144. Dal 1° gennaio 2016, 122.450.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

L'immagine di sfondo di questa pagina, raffigurante piazza delle Ville ad Anticoli Corrado, è un dipinto dell'artista danese Viggo Rhode (1900-1976). L'ha segnalata a ScuolAnticoli il signor Peter Holck. Rielaborazione grafica di Luigi Scialanca.

ScuolAnticoli

La Terra vista da Anticoli Corrado

Libera Scuola di Umanità, senza fedi né credi,

ispirata alle scoperte di Massimo Fagioli

e alla Costituzione della Repubblica Italiana.

Diretta da Luigi Scialanca - Anticoli Corrado (Roma).

Aggiornata al 10-12-2016.

Buona domenica 11 dicembre a tutti!

Pensieri precedenti

Pensiero del Giorno n° 1.044

Come coesistono il tempo assoluto della mente e il

tempo relativo allo spazio locale? In una perenne

tensione, forse, che nel non umano tanto più si

attenua quanto meno dista dall’inorganico?

Pensiero del Giorno.

Non tutti i Gatti vengono per Nuocere: Clicca e Vedrai!

Clicca qui e scrivici!

...E torna spesso!

Clicca qui e scrivici!

 

 

 

 

L’immagine di sfondo di questa pagina, raffigurante piazza delle Ville ad Anticoli Corrado, è un dipinto dell’artista danese Viggo Rhode (1900-1976).

L’ha segnalata a ScuolAnticoli il signor Peter Holck. Rielaborazione grafica di Luigi Scialanca.

 

*

 

Torna in cima alla Pagina