ScuolAnticoli

Libera Scuola di Umanità, senza fedi né credi,

ispirata dalle scoperte di Massimo Fagioli e dalla Costituzione italiana.

Diretta da Luigi Scialanca - Anticoli Corrado (Roma).

Pensiero del Giorno.

Pensiero del Giorno n° 813

Pensieri precedenti

Chi ti odia ti vuole quanto chi ti ama.

Ma solo quest’ultimo soffre, se ti perde.

*

Chi mi volle più bene, la maestra o la mamma?

Clicca qui per leggere il testo in .pdf. O qui per leggerlo in .doc.

 

A otto anni e mezzo dovetti cambiare scuola. La mia famiglia si trasferì da un lato all’altro di Roma e io, giovane com’ero, non potei che seguirla.

Non ricordo se qualcuno mi domandò cosa ne pensassi: non è impossibile ― forse, anzi, ricevetti perfino qualche spiegazione ― ma di due cose sono certo: che non ero d’accordo, e che il mio dissenso di “terzultima ruota del carro” (le mie sorelle avendo, rispettivamente, sei anni e mezzo e due e mezzo) non influì in alcun modo sulla decisione ormai presa.

Non fu per uno sfratto: la casa in cui abitavamo non era meno nostra di quella in cui traslocammo. Né meno confortevole. Non andammo, insomma (da un punto di vista civile e sociale) né a star meglio né a star peggio. Traslocammo, semplicemente, perché “dovevamo” seguire i genitori di mia madre. E sospetto che neanche mio padre dovette esserne felice, visto che ci allontanammo molto dai suoi e che il tragitto casa-ufficio e ritorno gli divenne dieci volte più lungo. Ma neppure la sua contrarietà (che egli, penso, si guardò bene dall’esplicitare) fu presa in considerazione.

Io amavo la mia casa, e soprattutto la mia camera, dalle cui ampie vetrate al quarto piano avevo contemplato spettacoli meravigliosi, come la nevicata del ’56, o raccapriccianti, come quello della “donna” dei vicini sospesa nel vuoto ogni volta che le comandavano di pulire le finestre dall’esterno. Amavo così tanto quella camera, che ricordo ancor’oggi il sapore del suo intonaco accanto al mio letto... Clicca qui per continuare a leggere in .pdf! O qui per continuare a leggere in .doc!

(Sabato 28 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Giovedì 26 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Schiacciando la Grecia, l’Europa ha gettato la maschera

A proposito dello sconvolgente, tragica sconfitta di quella che fu la libera e democratica Grecia, ieri, 24 febbraio 2015, Ettore Livini ha scritto sul sito de la Repubblica le seguenti parole (o, meglio, il seguente epitaffio):

I creditori hanno portato a casa un risultato fondamentale. Al di là dei nomi utilizzati (istituzioni al posto di Troika, accordo al posto di memorandum) Atene ha in sostanza accettato i paletti degli impegni di Samaras e il monitoraggio costante dei creditori. Qualsiasi decisione futura da parte del governo ellenico dovrà avere il via libera da parte di Ue, Bce e Fmi. Tsipras ha fatto marcia indietro rispetto a parte degli impegni elettorali: ha accettato la supervisione internazionale e non rivedrà unilateralmente nessuna delle misure imposte dalla Troika negli anni scorsi, privatizzazioni già avviate comprese. Larma letale in mano a Bruxelles, Washington e Francoforte è il portafoglio. La Grecia in questo momento ha pochissimi soldi in cassa. E i creditori hanno in mano i rubinetti della liquidità. Gli 11 miliardi custoditi fino alla scorsa settimana nei forzieri della banca centrale greca alla voce fondo salvabanche sono stati trasferiti al Fondo salva-Stati di Bruxelles per evitare che Tsipras ne faccia usi diversi da quelli previsti dalle intese (la ricapitalizzazione degli istituti di credito). Un segno chiarissimo del grado di incomprensione raggiunto tra le parti. La Grecia non può emettere titoli di Stato, nessuno li comprerebbe oltretutto, e lunico canale di finanziamento per tenere in piedi lo Stato sono in questo momento i fondi demergenza garantiti dalla Bce. Il governo di Syriza è quindi ostaggio dei suoi partner, che in ogni momento sono in grado di staccargli la spina.

Queste parole significano che la Democrazia, in Europa, è stata assassinata, e che le Costituzioni sono ormai considerate carta straccia. Non solo non vi è più, in alcun Paese, un’opposizione di sinistra che non sia ormai del tutto fasulla, ma la brutale umiliazione di Syriza, di Tsipras, di Varoufakis e di tutti i Greci (compresi quelli che per Syriza non hanno votato) è un brutale avvertimento a tutti gli Europei, a tutti noi che fummo un tempo cittadini e oggi non siamo che sudditi: ogni tentativo di ricostruire e di votare una Sinistra vera, in qualsiasi altro Paese d’Europa, sarà del pari stroncato da un ricatto finanziario al quale non è possibile resistere. Inutile illudersi: le elezioni, in tutta l’Europa, sono ormai una tragica, umiliante farsa. E quel ch’è peggio è che tutto ciò, gettata ogni maschera, abbandonata ogni finta cautela politically correct, ci viene sputato in faccia con mostruosa impudenza: Siete finiti. Siete morti. Giocate pure, se volete. Votate, se volete. Fate quello che vi pare: vinceremo sempre noi.

Gettata ogni maschera, abbandonata ogni cautela ipocrita, l’Europa delle tirannie finanziarie si mostra qual è: una dittatura disumana e violentissima (sì, quando il denaro è usato come arma letale chi lo brandisce è uno spietato assassino), una dittatura che si crede ormai così potente, così onnipotente, da proclamare che le elezioni, il nostro voto, e dunque noi stessi, contiamo meno delle bestie.

O forse no? O forse l’esibizione senza pudore di tanta ferocia è segno che il mostro ha invece l’acqua alla gola ed è, per salvarsi, disposto a qualunque estremo?

Due cose sono certe: 1. L’Europa delle tirannie finanziarie sta tentando di spingere la Grecia (e, con la Grecia, chiunque di noi le si opponga) all’autoannientamento. 2. L’unica alternativa all’autoannientamento, quando la Democrazia e le elezioni sono pubblicamente dichiarate irrilevanti, è la Resistenza.

(Mercoledì 25 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Un articolo di straordinaria importanza

Clicca qui per scaricare il testo dell’articolo di Faye in .pdf

Clicca qui per scaricare il testo dell’articolo di Faye in .doc

 

Consiglio vivamente la lettura, sul Corriere della sera di lunedì 23 febbraio 2015, di Heidegger profeta del IV Reich, di Emmanuel Faye, storico della filosofia, e uomo e ricercatore di straordinaria levatura, noto anche in Italia per il suo libro Heidegger - lintroduzione del nazismo nella filosofia, a cura di Livia Profeti, edito da lAsino d'oro. È un articolo importantissimo, che per molti versi ritengo un punto di non ritorno immensamente positivo per la cultura italiana, per la politica e, soprattutto, per la comprensione, da parte nostra, di ciò che sta accadendo in Italia e nel mondo da almeno due decenni. Vi invito a leggerlo con l’attenzione che merita (cliccando, se non lo avete trovato in edicola, sui link acclusi a questa breve nota) a partire già dal titolo: Heidegger profeta del IV REICH. Quarto, capite? Eccone, per invogliarvi alla lettura, un brevissimo estratto: Si trattava [per Heidegger dopo la disfatta del nazismo, nota mia] di prendere la distanza adeguata da unimpresa [il nazismo, appunto, nota mia] il cui fallimento era stato totale. Non però per rinnegarla, ma per prepararne il ritorno in forme nuove, anticipate attraverso la diffusione della sua opera intesa a tale scopo [corsivo mio]. Non aggiungo altro. Ripeto soltanto: questo articolo è una svolta rivoluzionaria. Non solo per quanto concerne la comprensione del nefasto influsso di Heidegger, ma per capire meglio, in toto, il mondo in cui viviamo, e il nuovo ordine disumano che forze potentissime stanno cercando di imporre. E, soprattutto, per capire dove possiamo trovare le forme nuove”, pienamente umane, per contrapporci validamente alle mostruose “forme nuove del nazismo che ci minacciano tutti.

Clicca qui per scaricare il testo dell’articolo di Faye in .pdf

Clicca qui per scaricare il testo dell’articolo di Faye in .doc

(Lunedì 23 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Domenica 22 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Mercoledì 18 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Martedì 17 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Mentre Roberta Pinotti, ministro della Guerra del regime piddino-renzista, nel più completo e violento disprezzo della Costituzione, della Democrazia, del Parlamento e del Popolo sovrano, e con odio contro l’Umanità, dichiara (come se il nostro Paese si chiamasse Roberta Pinotti, o Matteo Renzi, o Piddilandia) che l’Italia è pronta a guidare in Libia una coalizione di paesi europei e dell’Africa del nord, mi sembra molto importante ricordare alcune parole (storiche e, allo stesso tempo, dolorosamente preveggenti) del compagno onorevole (lui sì che davvero onorevole) Pietro Ingrao, tratte dal suo libro La libertà del dubbio, pubblicato nel 2007 da Manni editori:

Il 1991 fu l’anno cruciale. A gennaio con l’operazione Desert Storm una coalizione con a capo gli Americani intervenne contro l’Iraq che aveva invaso il Kuwait. Anche l’Italia partecipò nel concerto delle 27 nazioni che affidavano la parola alle armi. Era una decisione che cancellava l’articolo 11 scritto in Costituzione. Ma il blocco democristiano-socialista non ebbe dubbi, e si schierò con l’America.

Presi la parola in Parlamento, dove, in pesante solitudine, dichiarai il mio dissenso. Non trovai consensi nemmeno dai miei banchi.

[...] Quell’anno vide l’esplosione della guerra civile in Jugoslavia, l’indipendenza di Slovenia e Croazia, insieme però con l’inizio di un’aspra tensione interna che si aggiungeva alla crisi e al crollo del dispotico regime albanese.

E venne poi la grave azione militare della Nato in Serbia, giustificata in nome della democrazia e della liberazione dei popoli schiacciati da Milosevic. Furono i giorni dei sermoni sulla “guerra giusta.” Qualcuno ― in Europa ― si spinse addirittura ad evocare un termine supremo e antico parlando di “guerra santa.”

In quella vicenda dei Balcani furono lanciate ed alimentate ― almeno da parte di alcuni degli attori in campo ― anche la speranza e l’immagine di una purificazione della guerra: come se essa sganciandosi dal fango del territorio e muovendo nella purezza delle grandi altitudini potesse e volesse colpire soltanto (con la sapienza delle tecniche moderne) i mezzi militari dell’avversario. Fu quella che io definii l’illusione della “guerra celeste.” Ne sgorgò quella rappresentazione consolante del pilota americano che muoveva dalla sponda atlantica e ― adempiuto lo sgancio della bomba intelligente ― tornava puro da macchie al focolare domestico, nella patria americana.

Quale errore! Tornarono presto i conflitti in Afghanistan; e l’attacco dal cielo si mischiò rovinosamente alla cancellazione delle città, alle stragi civili, alla macchina delle armi che si spingeva nel ventre degli altopiani come nei ghirigori della terra. Caddero le giustificazioni etiche, i sermoni moraleggianti.

In verità in Italia sino ad ora non sono stati cancellati i vincoli formali che, in molte Costituzioni europee e nella Carta delle Nazioni Unite, vennero posti nel dopoguerra al ricorso alle armi. Quei vincoli stanno ancora lì: scritti in quelle leggi solenni. Semplicemente accade che essi vengono scavalcati o cassati. Nel mio Paese l’articolo 11 della Costituzione, che consente solo la guerra di difesa, è in realtà stracciato: senza che su ciò ci sia scandalo o sorpresa, e nemmeno discussione.

E se c’è qualcosa che mi spaventa, è il fatto che il senso comune non si allarma. Non trema più.

Tu che mi ascolti sfoglia i libri, porgi l’orecchio alle parole dei governanti. Scorri le pagine dei dibattiti parlamentari. Troverai che è sparita la parola “disarmo”. Non la usa più nessuno.

È in questo senso largo che io parlo di una “normalizzazione” della guerra. S’è liquefatto lo spavento, l’orrore che scosse la mia generazione e ci fece giurare che mai più sarebbe tornato il massacro. Come mentivamo!

E ciò è avvenuto quasi senza scandalo. Non si riuniscono in ansia i parlamenti. Non suonano a stormo di spavento le campane delle chiese. Né i sindacati preannunciano scioperi.

In tempi ormai lontani i promotori della guerra, gli aggressori, usavano presentare la loro iniziativa armata come puro atto di difesa. Ora dalla sponda americana, dal Paese che si considera guida del mondo, a legittimare l’attacco armato è stata messa in campo la guerra di prevenzione. L’uccidere di massa per prevenire la guerra di massa. Quante menzogne!

(Lunedì 16 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Sabato 14 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Sono parole di Alessandro Pace, docente emerito di Diritto costituzionale alla Sapienza, intervistato da il Fatto di oggi. Parole, come vedete, molto equilibrate: i piddino-renzisti non sono, dice, né Pinochet né i colonnelli greci della fine degli anni 60. Tanto meno, se ne deduce, sono per lui fascisti o nazisti. Eppure, perfino per un commentatore così sobrio, lItalia dei piddino-renzisti, dopo la loro riforma della Costituzione, assomiglierà alla Fattoria degli animali di George Orwell. LItalia, cioè, di qui a poco, sembrerà un luogo dove gli esseri umani son ridotti, nella migliore delle ipotesi, a porci e, nella peggiore, a schiavi dei porci. Da docente (nel mio piccolo) di filosofia e storia, io commento... Verrà dunque il giorno in cui gli storici si domanderanno: Perché gli Italiani diedero così tanti consensi a questi individui? Perché non reagirono? Perché, almeno, non fuggirono finché ancora erano in tempo?

(Venerdì 13 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Clicca sull’immagine per vederla meglio!

(Sabato 7 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Sottolineo: malattia nel corpo o nella mente...

Clicca sull’immagine per vederla meglio!

(Venerdì 6 febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Restaurazione e ampliamento dello Stato Pontificio

I quotidiani di oggi, domenica 1° febbraio 2015, piangono lorribile fine dei cattocomunisti definitivamente schiacciati, asserviti e ridotti alla più insensata e umanamente indegna futilità. In realtà i cattocomunisti (cioè i distruttori dell’unica, forse, realizzazione valida del comunismo: l’ateismo, per conservarne invece tutto il peggio) hanno esaurito ieri, sabato 31 gennaio 2015, la loro funzione storica di utili idioti, di ascari pontifici, completando (ben più che la nuova DC, ben più che una risorta balena bianca) la restaurazione dello Stato della Chiesa ampliato allItalia intera. La teocrazia non ha più alcun bisogno di loro, e la loro scomposta piaggeria filo-renzista dimostra che lo sanno. Ora siamo lo Stato della Chiesa-teocrazia italica e, fino a una sperabile e sperata “alba” che purtroppo sembra tutt’altro che vicina, ScuolAnticoli non chiamerà lItalia altrimenti che così: Teocrazia italica

(Domenica 1° febbraio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Clicca qui per leggere l'intero testo su ScuolAnticoli o qui per scaricarlo  in .pdf o qui per scaricarlo in .doc

 

Il 18 gennaio 2015, pochi giorni dopo il massacro compiuto da fanatici religiosi malati di mente nella redazione di Charlie Hebdo e la successiva esibizione del pugno di papa Bergoglio contro chi offende la religione, il quotidiano La Repubblica ha avuto il coraggio di pubblicare le seguenti parole del suo fondatore, l’ex giovane fascista Eugenio Scalfari: Il pugno dovrebbe essere ― credo io ― una norma che vieti e punisca chi si prende gioco delle religioni. Puoi criticarle, certamente, ma non insultarle. Questo è il pugno. Voltaire non sarebbe daccordo, ma non possiamo chiedere a Francesco di esser volterriano. Disgraziatamente, lo Scalfari si è dimenticato di stabilire dove passi, esattamente, il confine tra critica e insulto, nonché ― e questo è, se possibile, ancor più spiacevole ― chi altri potrebbe farlo se non, a loro esclusivo piacimento, i cosiddetti “offesi”, dal momento che i cosiddetti “offensori”, non sentendo la cosiddetta “offesa”, di quale aiuto potrebbero essere nel determinare tale confine? Ma niente paura, egregio dottor Scalfari: c’è qui ScuolAnticoli, Libera Scuola di Umanità diretta da Luigi Scialanca che, per soccorrerla in una così ardua opera di discernimento, pubblicherà le pagine più “offensive” che è riuscita a reperire nelle opere di alcuni grandi o grandissimi scrittori. Si comincia con un paio di capitoli de Il buon soldato Sc’vèik, di Jaroslav Hašek, nei quali, come avranno modo di constatare fin dalle prime righe l’egregio dottor Scalfari e tutti i “figli di... mamma religione” del suo stampo, il confine tra critica e insulto è così sottile che passerebbe entro la cruna del più minuscolo degli aghi senza neppure sfiorarla. Che ne dite, egregio dottor Scalfari e “fratelli” vari, sarà il caso di “vietare e punire” anche Il buon soldato Sc’vèik?... Come?... La domanda è troppo difficile? Può darsi, ma... altrimenti che compito a casa sarebbe?...

Clicca qui per continuare a leggere il testo su ScuolAnticoli!

O qui per scaricare il testo in .pdf!

O qui per scaricarlo in .doc!

(Domenica 25 gennaio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Sabato 17 gennaio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Domenica 18 gennaio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Giovedì 15 gennaio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf o qui per scaricarlo in .doc

 

Leggo che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, “ha promesso il sostegno degli Stati Uniti al popolo francese” (Il Fatto quotidiano, 10 gennaio 2015).

Non mi passa neanche per l’anticamera del cervello di parlare a nome del popolo francese. Parlo per me. E dico che io, Luigi Scialanca, il sostegno degli Stati Uniti lo rifiuto con orrore.

Per un semplice quanto tragico motivo: son gli Stati Uniti che hanno ideato, organizzato, addestrato e finanziato (e poi combattuto, certo: la guerra globale era lo scopo ultimo dell’intera operazione) il fondamentalismo terrorista “islamico” che oggi colpisce l’Europa. E lo hanno fatto (prima in Afghanistan contro l’imperialismo sovietico, poi contro i dittatori al potere nei Paesi mussulmani) non per “esportare” (=imporre) la democrazia, idea già in sé stessa gravemente patologica, ma per costringere loro, noi e l’intero pianeta sotto il tallone finanziario, politico, militare, “culturale”, fanaticamente religioso, disumano e violento delle tirannie private che negli Stati Uniti hanno avuto origine e di cui gli Stati Uniti sono il centro di irradiazione mondiale e il minaccioso, onnipresente braccio armato.

Ricordate la celebre sequenza de Il settimo sigillo che ho (e me ne scuso) scempiato nel fotomontaggio qui sopra? La famigliola di attori girovaghi, esseri umani immaginosi e liberi per i quali “la Morte” non è che una maschera (potete vederla, nella foto, a sinistra) da indossare sul loro misero palcoscenico, offre al cavaliere Antonius Block, reduce disumanizzato dalle Crociate, una ciotola di fragole, un bicchiere di latte e la propria affettuosa compagnia, davvero “salvifica” perché rimasta davvero umana, “solo” umana. E il cavaliere, per tutta risposta, offre loro il suo “sostegno” sapendo bene che egli porta la morte con sé dovunque vada e che essi, dunque, se lo accettassero sarebbero perduti.

Ecco perché io, per me, respingo con orrore il “sostegno” di Obama: perché gli Stati Uniti (almeno a partire dall’assassinio di Kennedy, ma forse da molto prima: dal genocidio degli Indiani d’America) portano la morte con sé. La morte direttamente inflitta dalla loro violenza globale e, prim’ancora, la morte dell’umanità esportata ovunque dalla loro “cultura” disumana.

Io rifiuto (e ho sempre rifiutato, anche se, via via, con sempre maggior comprensione) la “cultura” Usa. La rifiuto così come rifiuto e ho sempre rifiutato, fin da bambino, ogni sorta di religione individuale o collettiva più o meno organizzata e comunque mascherata (di cui, del resto, quella “cultura” è il prodotto ed è intrisa fino al midollo).

Rifiuto l’ultrareligiosità fanatica della maggioranza dei Nord-Americani, che permea di odio antiumano ogni loro azione e perfino mobilitazioni (di origine europea) che altrimenti potrebbero essere generose. E rifiuto tutto ciò che dal loro fanatismo imbecille deriva e si alimenta. L’anaffettività razionale eretta a suprema realizzazione umana quando è, all’opposto, la più grave delle malattie mentali. L’odio contro gli esseri umani in quanto tali e, soprattutto, in quanto bambini, in quanto donne, e anche in quanto uomini quando non razionali astratti, senza cuore, violenti, ossessionati dal denaro, dal potere e, ancor prima, dal conflitto tra maschi. Il nazionalismo demente e razzista secondo cui gli Stati Uniti sarebbero l’incarnazione della Provvidenza divina sulla Terra. E la violenza mostruosa, individuale o aziendale o istituzionale, che da tutto ciò erompe continua, incalzante, permeante ogni aspetto della vita dei Nord-Americani e ogni meandro dell’orrenda società sopraffattrice che ne è il prodotto.

Davvero il Paese delle stragi quotidiane può darci “sostegno” contro gli stragisti che proprio quel Paese ha ideato, organizzato, addestrato e finanziato (e poi combattuto, certo: la guerra globale era lo scopo ultimo dell’intera operazione)? E davvero può offrirci “sostegno”, a nome di quel Paese, il premio Nobel “per la Pace” ― ah, Europa, quanto assomigli a quelle povere donne che non riescono a non legarsi a maschi violenti ― Barack Obama, che contro la Costituzione a cui giurò fedeltà, e perfino contro le convenzioni internazionali che regolano il trattamento dei prigionieri di guerra, ha ordinato l’assassinio senza processo del prigioniero Osama bin Laden, cioè del terrorista (tanto più mostruoso quanto più “figlio” della “cultura” nord-americana) che proprio gli Stati Uniti avevano ideato, allevato, addestrato, finanziato... e poi combattuto, certo, per costringere l’intera Umanità nel ruolo di spettatrice muta e atterrita della loro guerra globale, come sempre fanno i maschi violenti contro le donne e i bambini che terrorizzano affrontandosi tra di loro? Davvero mr Obama è il cavaliere da seguire per sfuggire alla peste? Lui, che rappresenta e s’identifica fino al midollo con un Paese che, finché non accetterà il nostro sostegno, le nostre fragole, il nostro latte, la nostra compagnia rimasta umana, resterà il maggior produttore ed esportatore di patologia mentale della storia del Mondo?

Noi Italiani, poi ― sia detto per inciso ― dovremmo avere sufficiente memoria storica del terrorismo per non farci abbindolare a creder vera una “guerra di civiltà” che i due contendenti mettono mostruosamente in scena (a rischio, come tutti i malati di mente gravissimi, delle loro stesse vite) allo scopo precipuo di terrorizzarci e asservirci. Noi Italiani dovremmo ricordare bene che tutti gli atti di terrorismo, qui da noi, furono pre-elettorali o, comunque, implicitamente e talora esplicitamente mirati al condizionamento delle nostre scelte politiche e, ancor prima, civili.

Direte, forse: “Ma come? Le elezioni non sono certo imminenti, in Francia...” Rispondo: imminenti in Francia, e per l’Europa tutta, sono le elezioni in Grecia. Che possono, se i Greci non si lasceranno terrorizzare e asservire, spingere tutta l’Europa in una direzione più umana, cioè meno succube dell’American way of thinking and living.

Direte, forse: “Ma gli attentati di matrice fondamentalista «islamica» non rafforzano invece gli antieuropeisti come Le Pen?” Rispondo: no, il terrore rafforza i governi. Questi governi. Le destre e le finte sinistre serve (mentalmente, prim’ancora che per denaro e potere) dell’imperialismo statunitense.

Ricordate il comunista, poi fascista, ex agente della Cia, berluscista e oggi renzista Giuliano Ferrara plaudire gongolando al massacro dell’11 settembre 2001 poiché, esultava, “il mondo non sarebbe stato più lo stesso”, cioè non sarebbe più stato umano?

Non sono un “complottista”. Non sto dicendo che la cristiano-finanza globale e i suoi servi religiosi (vero, papa Francesco?), politici e mediatici sono i mandanti della mostruosa strage di Parigi. Sto dicendo che sono i produttori e i prodotti della stessa “cultura” antiumana, e perciò oggettivamente alleati sempre, perfino quando si ammazzano a vicenda.

Europa, Italia, rifiutiamo il fanatismo che vuol terrorizzarci per asservirci. Ma prim’ancora rifiutiamo le religioni (individuali o collettive, più o meno organizzate e comunque mascherate) senza le quali non vi sarebbe fanatismo alcuno. E rifiutiamo, anche, i cavalieri statunitensi che quella mortifera disumanità portano con sé dovunque illudendosi (e illudendoci) che la stiano sfidando e combattendo sulla “scacchiera” del Mondo. Del Mondo dove noi e i nostri figli viviamo e vogliamo continuare a vivere da esseri umani, e non da “pedine” spinte dal terrore.

Facciamo che il mondo resti per sempre lo stesso: sempre più umano.

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf o qui per scaricarlo in .doc

(Domenica 11 gennaio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Venerdì 9 gennaio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Giovedì 8 gennaio 2015. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Martedì 18 novembre 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

(Lunedì 17 novembre 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Capi, capetti, "caporali"

"Capi, capetti, caporali", di Luigi Scialanca. (Martedì 2 settembre 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com)

Clicca qui per leggere tutto il testo su ScuolAnticoli. Oppure:

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf. O qui per scaricarlo in .doc.

Cosa c’è che non va? I capi.

In ogni impresa, in ogni attività, in ogni luogo, ovunque cerchiamo di realizzare qualcosa insieme, ecco che arrivano i capi.

Chi sono? Sono quelli che nella vita non sono riusciti né a stare insieme né a far da soli. Perciò vengono a infastidire noi, a ostacolarci, ad addolorarci, a farci fallire.

A far di tutto per sfasciare tutto.

Non capi, no: “caporali”, nell’accezione che diede al termine il grande Totò.

Un capo vero andrebbe scritto con la C maiuscola, perché è l’opposto del “caporale”...

Clicca qui per continuare a leggere il testo su ScuolAnticoli. Oppure:

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf.

O qui per scaricarlo in .doc.

(Martedì 2 settembre 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

*

 

Prima di far di te stesso il custode di qualcosa, assicurati che NON sia l'Overlook Hotel. (Giovedì 20 febbraio 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

(Giovedì 20 febbraio 2014. Luigi Scialanca, scuolanticoli@katamail.com).

 

Clicca qui per vedere tutti i post di febbraio 2015!

Clicca qui per vedere tutti i post di gennaio 2015!

Clicca qui per vedere tutti i post dal 2002 a oggi!

 

 

I primi due testi:

Il bastone del cieco, di Massimo Alvaro

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     Clicca qui per scaricare il testo in .doc

Non erano ragioni valide le ragioni logiche, di Neri Pozza

Clicca qui per scaricare il testo in .pdf     Clicca qui per scaricare il testo in .doc

Auguri a Tutte le Nate e a Tutti i Nati il 3 marzo!

Auguri a Tutte le Nate e a Tutti i Nati il 3 marzo!

Ti sei persa/perso gli auguri del 2? Clicca qui!

Il 3 marzo 1585, a Vicenza, inaugurazione del Teatro Olimpico

progettato da Andrea Palladio (1508-1580).

Vuoi vedere il Calendario Ateo di ScuolAnticoli? Clicca qui!

382/1000, Rocca di Botte, 21 luglio 2011.

Le Mille più Belle immagini di ScuolAnticoli...

382/1000, Rocca di Botte, 21 luglio 2011.

In questa pagina ci sei anche tu?... Be, si vede che lo meriti.

(Clicca sulla foto, se vuoi ingrandirla)     (Clicca qui per andare a vederle tutte)

Antonio Meddi, di Anticoli Corrado

40 immagini, una più bella dell’altra...

Cliccando qui!

I più Bei Giorni dellEstate scorsa

Sette Percorsi in Bianco e Nero di sette grandi Artisti

ad Anticoli Corrado dal 15 agosto al 15 settembre 2014

100 immagini, una più bella dell’altra...

Cliccando qui!

Nella foto, Luigi Scialanca (che si scusa per aver alzato il braccio destro) nel settembre del 1984 sull'isola di Tylos, nel Dodecanneso, con il compagno Apostolos Caggifunda, partigiano nella Resistenza greca al nazismo tedesco.

Nella foto, Luigi Scialanca (che sbagliando alza il pugno destro, sorry)

nel settembre del 1984 sull’isola di Tylos, nel Dodecanneso, con il compagno

Apostolos Caggifunda, partigiano nella Resistenza greca al nazismo tedesco.

Anticoli Corrado a UnoMattina il 3 novembre 1995

Anticoli Corrado a UnoMattina il 3 novembre 1995

quasi 100 immagini, una più nostalgica e divertente dell’altra...

Cliccando qui!

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 2015 Anno internazionale della Luce. ScuolAnticoli partecipa

all’Anno internazionale della Luce con questa pagina.

Un estratto: Le caratteristiche essenziali degli esseri viventi vanno ricercate in una specialissima organizzazione nella quale aspetti analizzabili in termini di meccanica ordinaria si trovano intimamente connessi, in misura sconosciuta alla materia inanimata, con altri di natura tipicamente atomistica...

Clicca qui per continuare a leggere il testo su ScuolAnticoli.

Qui per scaricare il testo in .pdf. O qui per scaricare il testo in .doc

L’Immaginazione di Tattersall

di Luigi Scialanca

un affascinante viaggio nell’unicità umana... cliccando qui!

Di che si tratta? Guarda le immagini-anticipazioni che seguono:

1. Perché Tattersall?... - 2. Tattersall finirà creazionista?

3. La donna che scrisse a Darwin - 4. Comunione&liberazione contro Tattersall

5. Immaginazione e linguaggio - 6. Gli scopiazzatori di Tattersall

7. Tattersall a Roma nel 2012 - 8. E se la mente “vacilla”?...

Lo Scrittore e la Ragazza

di Jerome Klapka Jerome (1859 – 1927)

Un attimo di affettuosa allegria letteraria - cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell'Aniene prosegue con "Passeggiata a Subiaco": 311 immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con...

Passeggiata a Subiaco

più di 300 immagini, una più bella dell’altra...

Cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell'Aniene prosegue "Nel Castello di Collalto Sabino": 80 immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue...

Nel Castello di Collalto Sabino

80 immagini, una più bella dell’altra...

Cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell'Aniene prosegue con "Passeggiata a San Lorenzo": 40 immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con...

Passeggiata a San Lorenzo

40 immagini, una più bella dell’altra...

Cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell'Aniene prosegue con "Alla 'Sèa' con Gianni": 60 immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con...

Alla Sèa con Gianni

60 immagini, una più bella dell’altra...

Cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell'Aniene prosegue con "Passeggiata a Ricetto": 90 immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con...

Passeggiata a Ricetto

90 immagini, una più bella dell’altra...

Cliccando qui!

Omaggio alla Donna anticolana

di Italia D’Andrea e Gianni Guardigli

Cliccando qui!

ScuolAnticoli ringrazia con tutto il cuore

Marco Occhigrossi

per aver concesso la trascrizione di questo interessante, importante frutto

delle sue generose, impegnative e sempre attente ricerche.

Cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con l'Antica Locanda Arcos di Anticoli Corrado - un luogo dove ogni finestra è un quadro: cento immagini, una più bella dell'altra, cliccando qui!

Il Tour in progress di ScuolAnticoli nella Valle dell’Aniene prosegue con...

lAntica Locanda Arcos ad Anticoli Corrado

...dove ogni finestra è un quadro

100 immagini, una più bella dell’altra, cliccando qui!

Spiegare un Film a un Bambino... cliccando qui.

Non trovi la pagina di ScuolAnticoli che cerchi? Clicca qui, vai alle "Pagine da non perdere" e la troverai!

Dopo otto anni, la pagina Inesistenza del cielo su Anticoli Corrado si conclude avendo raggiunto il suo obiettivo fondamentale:

La più vasta documentazione mai raccolta sull'inesistenza del cielo: L'Inesistenza del cielo su Anticoli Corrado.

La più vasta documentazione mai raccolta sull’inesistenza del cielo:

Inesistenza del cielo sopra Anticoli Corrado

La prima homepage di ScuolAnticoli nel febbraio del 2006.

Alla ricerca del tempo perduto...

Tutte le Classi di Anticoli dal 1982 in poi...

Tutte le Classi di Arsoli dal 1982 in poi...

Tutte le Classi di Riofreddo dal 1982 in poi...

Tutte le Classi di Roviano dal 1982 in poi...

(Quasi) Tutte le Gite e i Viaggi della Scuola Media Statale Celestino Rosatelli di Arsoli (Roma) e delle sue sedi staccate di Anticoli Corrado, Camerata Nuova, Riofreddo e Roviano: dalle più antiche alle più recenti, dai primi anni '80 a oggi

(Quasi) Tutte le Gite e i Viaggi dal 1980 in poi...

dei ragazzi di ieri e di oggi di Anticoli Corrado, Arsoli, Camerata Nuova,

Riofreddo e Roviano: dalle più antiche alle più recenti, dai primi anni ’80 a oggi.

Vuoi leggere ma non hai tempo? In "Righe di Libri" il tempo per te lo mettiamo noi.

Vuoi leggere ma non hai tempo? In Righe di Libri te lo diamo noi.

La Valle a portata di click: Paesi e Meteo della Valle dell’Aniene.

Tutta la Valle dell'Aniene a portata di click: tutti i Paesi e tutti i Meteo della Valle dell'Aniene.

Le bellissime pagine della Maestra Cristina:

per grandi e piccini.

Le bellissime pagine della Maestra Cristina: per grandi e piccini.

Le Pagine della Valle dell’Aniene, luogo tra i più belli del Lazio e d'Italia.

Le Pagine della Valle dellAniene, luogo tra i più belli del Lazio e d’Italia.

Le Pagine delle nostre Scuole, dei Ragazzi, delle Famiglie e degli Insegnanti: clicca qui per vederle tutte!

Le Pagine delle Scuole

dei Ragazzi, delle Famiglie e degli Insegnanti.

Vuoi tirarti sù?

Vedrai che

l’Inesistenza del Cielo su Anticoli ti farà bene.

Vuoi tirarti sù? Vedrai che l'inesistenza del Cielo su Anticoli Corrado ti farà bene!

Le bellissime Pagine dei nostri ottimi e cari Collaboratori e Amici.

Le Pagine dei nostri cari e ottimi Collaboratori e Amici.

Le Pagine di Anticoli Corrado: com'era, com'è e come (forse) sarà.

Le Pagine di Anticoli Corrado

com’era, com’è

e come (forse) sarà.

Le Pagine del Prof, con i suoi (insopportabili) scritti e commenti d'ogni sorta.

Le Pagine del Prof, con (insopportabili) scritti e commenti d’ogni sorta.

Cosa cerca chi ci trova? Curiose

domande e ancor più

curiose risposte.

Cosa cerca chi ci trova? Curiose domande e ancor più curiose risposte.

Una Bellissima Signora di 65 anni: la Costituzione della Repubblica Italiana.

Una Bellissima Signora di 65 anni: la Costituzione della Repubblica Italiana.

Lo Statuto dei Lavoratori, per conoscere tutti i tuoi Diritti di Lavoratore.

Lo Statuto dei Lavoratori, per conoscere i tuoi Diritti sul Lavoro.

Quando i Migranti eravamo Noi: una pagina per aiutarci a restare Umani.

Quando i Migranti eravamo Noi: una pagina per aiutarci a restare Umani.

La pagina della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia.

Hai dei dubbi (come li abbiamo noi) sul fatto che in Italia i Diritti dei Minori di 18 anni siano davvero e sempre rispettati Consulta la Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia e scopri quanti Diritti ignoravi di avere cliccando qui!

La Guerra incostituzionale italiana in Afghanistan.

La pagina della Guerra incostituzionale italiana in Afghanistan

Hai dei dubbi (come li abbiamo noi) sugli Psicologi a Scuola? Consulta la Carta dei Diritti del consumatore-utente di prestazioni psicologiche e tutti i nostri Materiali sull’argomento cliccando qui.

Psicologi a Scuola? Consulta la Carta dei Diritti e i nostri Materiali su questo argomento.

Non trovi la pagina che cercavi? Clicca qui, sulle PAGINE DA NON PERDERE, e vedrai che salterà fuori.

Non trovi una pagina? Pagine da non perdere, e salterà fuori.

Brutti ministri? 

Qui la Gelmini

Qui il Fioroni

Qui il Profumo

La dichiarazione dei diritti degli animali

Hai dei dubbi (come noi) sul fatto che in Italia e nella Valle dell'Aniene i diritti degli animali siano rispettati? Leggi la Dichiarazione universale dei diritti degli animali.

E tutte le altre Pagine che rendono ScuolAnticoli sempre più interessante.

E tutte le altre Pagine che rendono ScuolAnticoli sempre più interessante.

Tutta i Paesi della Valle dell'Aniene e dintorni, per un raggio di 30 km. da Anticoli Corrado, a portata di click! E il Meteo di ogni paese per 5 giorni!

Tutti Paesi della Valle dell’Aniene e dintorni a portata di click.

Clicca qui per vedere la mappa Google della Valle dell’Aniene

Affile

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Agosta

Passeggiata virtuale

Torneo di pesca

Siti Web e Facebook

Meteo

Anticoli Corrado

Passeggiata virtuale

ScuolAnticoli

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Antica Locanda Arcos

Meteo

Arcinazzo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Arsoli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Agriturismo Le Giare

Meteo

Ascrea

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Bellegra

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

La Grotta dell’Arco

Meteo

Camerata Nuova

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Camerata vecchia

Meteo

Campaegli

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2015)

Siti Web e Facebook

Meteo

Canterano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Capranica Prenestina.

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Carsoli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Casape

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Castel Madama

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Castel di Tora

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Cerreto Laziale

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Cervara di Roma

Passeggiata virtuale

Ritorno a Cervara

Manuale del Recupero

Siti Web e Facebook

Meteo

Ciciliano

Passeggiata virtuale

Castello Theodoli

Villa Manni (Trebula)

Siti Web e Facebook

Meteo

Cineto Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Civitella di Licenza

Passeggiata virtuale

Collalto Sabino

Passeggiata virtuale

Visita al Castello

Siti Web e Facebook

Meteo

Colle di Tora

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Filettino

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Gerano

Passeggiata virtuale

Casa delle Scatole

Siti Web e Facebook

Meteo

Guadagnolo

Passeggiata virtuale

Mentorella

Siti Web e Facebook

Meteo

Jenne

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Laghetto di san Benedetto

Passeggiata virtuale

Lagustelli

di Percile

Passeggiata virtuale

Percile

Licenza

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Livata

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2015)

Siti Web e Facebook

Meteo

Madonna d. Pace

Passeggiata virtuale

Mandela

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Marano Equo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Mentorella

Passeggiata virtuale

Monasteri di Subiaco

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Montorio in Valle

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Nespolo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Olevano Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Oricola

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Orvinio

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Paganico Sabino

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Percile

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Lagustelli

Meteo

Pereto

Passeggiata virtuale

Madonna dei Bisognosi

Siti Web e Facebook

Meteo

Pietraforte

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Pietrasecca

Passeggiata virtuale

La Grotta del Cervo

Siti Web e Facebook

Meteo

Pisoniano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Poggio Cinolfo

(in preparazione per il 2015)

Poli

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Pozzaglia Sabina

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Ricetto

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Riofreddo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Meteo

Rocca Canterano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca di Botte

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca di mezzo

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roccagiovine

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Rocca S. Stefano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roiate

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Roviano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Pagina scolastica

Meteo

Sambuci

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

San Giovanni dell’Acqua

Passeggiata virtuale

San Gregorio

da Sassola

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

San Lorenzo

Passeggiata virtuale

San Polo

dei Cavalieri

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Santuario Madonna

dei Bisognosi

Passeggiata virtuale

San Vito Romano

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Saracinesco

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Subiaco

Passeggiate virtuali

Subiaco

La Crocetta

San Benedetto

Laghetto

Subiaco nel 1906

Siti Web e Facebook

Meteo

Tivoli

Passeggiata virtuale

(in preparazione per il 2015)

Siti Web e Facebook

Meteo

Trevi nel Lazio

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Trinità, Santuario

Passeggiata virtuale

Turania

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Turano, Lago del

Pagina dedicata

Vallepietra

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vallinfreda

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vicovaro

Passeggiata virtuale

Pratarelle,7 giugno 1944

Siti Web e Facebook

Meteo

Villa Romana

Passeggiata virtuale

Siti Web e Facebook

Meteo

Vivaro Romano

Passeggiata virtuale

SitiWeb e Facebook

Meteo

Altri siti

Manca il tuo paese, un luogo che ami, il tuo sito, la tua pagina Facebook,

la tua scuola? Clicca qui e scrivici! Avrai la precedenza! Non sappiamo se

riusciremo mai a completare questa tabella... Ma ci stiamo provando!

Hai dei dubbi su cosa sia lobbligo scolastico?

Clicca qui e ti saranno tolti.

"left", la rivista davvero di Sinistra, è in edicola ogni sabato. Clicca qui per saperne di più!

I quattro libri fondamentali della teoria di Massimo Fagioli. In migliaia di pagine, la scoperta della teoria della nascita che ha demolito le false idee di religione e ragione. - L'asino d'oro edizioni.

Weblog quotidiano di informazioni e segnalazioni dalla stampa e dai giornali on line, di Fulvio Iannaco.

"Segnalazioni dal Mondo", selezione di notizie dal Mondo che fa riferimento a "Segnalazioni", di Fulvio Iannaco e dell'Associazione culturale "Amore e Psiche".

"Spazi" - Associazione culturale "Amore e Psiche" - Supplemento di "Segnalazioni" sulle mostre, i concerti e le realizzazioni espressive di ogni genere dei collaboratori e dei lettori di "Segnalazioni".

ScuolAnticoli sta con la Libreria Amore e PsicheScuolAnticoli sta con la Libreria Amore e PsicheScuolAnticoli sta con la Libreria Amore e PsicheScuolAnticoli sta con la Libreria Amore e Psiche

ScuolAnticoli sta con Amore e Psiche

"Si può ritenere che la meraviglia della vita sia sempre a disposizione di ognuno di noi in tutta la sua pienezza, anche se essa rimane nascosta, profonda, invisibile, decisamente lontana. Tuttavia c'è, e non è ostile né ribelle" (Franz Kafka): "I giorni e le notti" - Diario Polifonico.

Il blog di Domenico Fargnoli, psichiatra e scrittore.

"I miei articoli e altre storie": il blog di Federico Tulli, giornalista e scrittore.

"nella mente e nel cuore, dove nascono i pensieri, le...": il bel blog di Rosalba De Cesare.

"Maurizio Fioretti: un musicista, un pittore, un poeta di immagini? Sono tre dimensioni che coinvivono nei suoi quadri in cui il colore campisce lo spazio definendo superfici diverse per intensità e spessore".

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La pubblicità su ScuolAnticoli è gratuita: non si acquista,

si basa sulla stima reciproca. Ma se non ti conosciamo,

come facciamo a stimarti? Clicca qui e scrivici!

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le 100 nazioni di provenienza delle 15.650 visualizzazioni di pagina effettuate su ScuolAnticoli nel mese di gennaio 2015.

Le 100 nazioni di provenienza delle 15.650 visualizzazioni di pagina effettuate su ScuolAnticoli nel gennaio 2015: 7670 dall’Italia, 2644 dalla Germania, 1876 dagli Stati Uniti, 693 dalla Russia, ecc.... (Servizio fornito da Aruba)

ScuolAnticoli non è una testata giornalistica o un periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità dei materiali. Pertanto non si può considerare un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001: Clicca per continuare

Il contatore sottostante registra solo le visite alla homepage. ScuolAnticoli nel 2009 ha avuto 89.853 visualizzazioni di pagina, nel 2010 125.454, nel 2011 150.974, nel 2012 137.123, nel 2013 150.110, nel 2014 160.679.

Dal 1° gennaio 2015, 35.901.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

L'immagine di sfondo di questa pagina, raffigurante piazza delle Ville ad Anticoli Corrado, è un dipinto dell'artista danese Viggo Rhode (1900-1976). L'ha segnalata a ScuolAnticoli il signor Peter Holck. Rielaborazione grafica di Luigi Scialanca.

ScuolAnticoli

La Terra vista da Anticoli Corrado

Libera Scuola di Umanità, senza fedi né credi,

ispirata dalle scoperte di Massimo Fagioli

e dalla Costituzione della Repubblica Italiana.

Diretta da Luigi Scialanca - Anticoli Corrado (Roma).

Aggiornata al 2-3-2015. Buon martedì 3 marzo a tutti.

Pensieri precedenti

Pensiero del Giorno n° 813

Chi ti odia ti vuole quanto chi ti ama.

Ma solo quest’ultimo soffre, se ti perde.

Pensiero del Giorno.

Non tutti i Gatti vengono per Nuocere: Clicca e Vedrai!

Clicca qui e scrivici!

...E torna spesso!

Clicca qui e scrivici!

 

 

 

 

L’immagine di sfondo di questa pagina, raffigurante piazza delle Ville ad Anticoli Corrado, è un dipinto dell’artista danese Viggo Rhode (1900-1976).

L’ha segnalata a ScuolAnticoli il signor Peter Holck. Rielaborazione grafica di Luigi Scialanca.

 

*

 

Torna in cima alla Pagina